Compagni di scuola

Compagni di scuola

Una lettrice ci ha scritto inviandoci una storiella che vi proponiamo perché ci sembra davvero carina. Grazie, Enrica!

Ci siamo mai sentiti in colpa per aver guardato le persone della nostra età ed aver pensato: “Non posso sembrare così vecchio????” Se si, questa storiella ci riguarda:
Ero seduta in sala d´attesa per il mio primo appuntamento con un nuovo dentista, quando ho notato che il suo diploma era affisso al muro. C’era scritto il suo cognome, e improvvisamente mi sono ricordata di un gran ragazzone moro che portava quello stesso cognome. Era nella mia
classe di liceo 20 anni prima, e mi sono chiesta se poteva essere lo stesso ragazzo per il quale avevo “sbavato” all´epoca. Quando sono entrata nello studio, ho immediatamente allontanato questo pensiero: quell’uomo brizzolato, stempiato e con il viso segnato da profonde rughe era troppo vecchio per essere stato il mio amore segreto…Dopo avermi visitato, gli ho chiesto se aveva studiato al tale Liceo. “‘Si’, mi ha risposto”. ‘Quando si è diplomato?’, gli ho chiesto.
‘Nel 1974. Perché questa domanda?” Ha risposto.
‘Allora era nella mia classe’, ho esclamato!
E allora questo orribile vecchio, piccolo,  e figlio di… mi ha chiesto:
‘Lei era professoressa di cosa?’…

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*