Ultime

Nel weekend a Vorno (LU) la performance “Kind of Blue”

Pin It

Tenuta Dello Scompiglio

SPE – Spazio Performatico ed Espositivo

16 novembre ore 19.00 e ore 21.00 – 17 novembre ore 19.00
repliche 23-24 novembre

Compagnia Dello Scompiglio

presenta

KIND OF BLUE

 

ideazione, regia e scene di Cecilia Bertoni

musiche, suoni e rumori Carl G. Beukman

con Mauro Carulli

 

nei film Cecilia Bertoni, Carl Beukman, Marco di Campli San Vito, Marialucia Carones,

Serge Cartellier, Serena Gatti, Claire Guerrier, Piero Leccese, Mees, Luigi Petrolini,

e con Andrea, Cipriano, Deniel, Derox, Fausto, Francesco, Paolo e Didi & Gogo

testi Cecilia Bertoni, Mauro Carulli e i performer,

Friedrich Nietzsche, “Il viandante”, da “Così parlò Zarathustra”

costume Rosanna Monti

tecnica Paolo Morelli, Associazione BAM

costruzione scene Cipriano Menchini, Paolo Morelli

realizzazione cortometraggi riprese Mauro Carulli; montaggio Mauro Carulli, Cecilia Bertoni

riprese IPOD Cecilia Bertoni, Serge Cartellier, Claire Guerrier, Mees

realizzazione film in green screen riprese, montaggio e tecnica Associazione BAM,

Paolo Morelli, Luca Telleschi

Una produzione Associazione Culturale Dello Scompiglio; anno di produzione 2011-2013

La solitudine dell’individuo e l’indagine su una quotidianità irrimediabilmente smarrita fra gli inganni della percezione e dell’immaginazione sono il punto di partenza di “Kind of Blue”, una performance ideata e diretta da Cecilia Bertoni in scena sabato 16 novembre  alle ore 19.00 e alle ore 21.00 e domenica 17 novembre alle ore 19.00 (con replica il 23 e il 24 novembre negli stessi orari)  nello SPE – Spazio Performatico ed Espositivo della Tenuta Dello Scompiglio di Vorno (Lucca).

In “Kind of Blue”, nata come terza parte del progetto artistico “Trilogia dell’Assenza”, di Cecilia Bertoni, la regista indaga le ossessioni fisiche e mentali dei performer che hanno partecipato ai precedenti spettacoli e il nesso che esse hanno con l’atto creativo.

Ciò dà vita a ritratti video in cui gli artisti, colti stavolta nel ruolo di semplici persone, raccontano i loro segreti e i loro corpi visti come case imperfette.  I bagni delle proprie abitazioni diventano i luoghi in cui portare alla luce i propri enigmi, le proprie follie e delusioni mentre una cucina diventa il centro nevralgico della creazione, ma anche preludio ed epilogo di un’attesa inesauribile.

Mentre scorrono le immagini dell’installazione video, che avvolgono il pubblico seduto su un’impalcatura, dal vivo ci sono una torretta e un astronauta il quale vorrebbe vedere tutto da una specie di aldilà. In una maniera solo apparentemente arbitraria egli associa alle storie dei terrestri il suo gioco preferito, come valutazione di ciò che gli manca maggiormente nella dimensione spaziale: le persone? la grazia? oppure un giudice retto e imparziale che lo

metta sulla giusta via?  E non sa più la differenza fra ciò che è vero e ciò che è finto, ciò che è concreto e ciò che è fittizio, ciò che è incarnato e ciò che non lo è, ciò che è passato e ciò che è presente. Nella drammaturgia un testo di Friedrich Nietzsche intesse nella trama il filo della ricerca della propria individualità, quale ascesa impervia e forzatamente solitaria.

“Kind of Blue”  ha un numero massimo di 20 spettatori ed è allestita in uno degli spazi sotterranei dello SPE. Nei giorni di spettacolo nel foyer verrà proiettato in loop uno dei cortometraggi della performance mentre il pubblico potrà scoprire vari elementi visivi e sonori ispirati a “Kind of Blue”, distribuiti nei diversi spazi. Nel mezzanino allestito con immagini, foto ed oggetti, sarà possibile consultare le riviste della “Trilogia dell’Assenza” con gli appunti della regista sulle tre performance e il catalogo delle opere della mostra collettiva  “Cimitero della Memoria”. Presso la Cucina Dello Scompiglio, situata subito fuori le mura della Tenuta, sarà inoltre possibile gustare un menù speciale ispirato alla performance.

Il Progetto Dello Scompiglio ideato e diretto da Cecilia Bertoni, prende vita nella omonima Tenuta, situata alle porte di Lucca, sulle colline di Vorno; una realtà in cui le attività legate alle arti visive e performatiche negli spazi interni ed esterni e il dialogo e le attività con la terra, con il bosco, con la fauna, con l’elemento architettonico contribuiscono a una ricerca di cultura. Ogni scelta relativa al Progetto è perciò valutata in relazione alla propria sostenibilità ambientale, attraverso forme di interazione e di responsabilità. All’interno della Tenuta Dello Scompiglio, accanto all’Azienda Agricola e all’Osteria, opera l’omonima Associazione Culturale. L’Associazione dal 2007 crea, produce e ospita spettacoli, concerti, mostre, installazioni; realizza residenze di artisti, laboratori, corsi e workshop; organizza e propone itinerari performatici all’aperto, visite guidate, lezioni Metodo Feldenkrais®; gestisce lo Spazio Performatico ed Espositivo (SPE). Una particolare attenzione è dedicata infine alle attività culturali per bambini e ragazzi, con rassegne teatrali, laboratori e campi estivi.

www.delloscompiglio.org

Biglietti

Euro 10,00 intero, euro 7,00 ridotto

Biglietteria dello SPE
dal giovedì alla domenica dalle ore 14.00

tel. 0583971125 | biglietteria@delloscompiglio.org

Associazione Culturale Dello Scompiglio
Via di Vorno, 67 – Vorno (LU)

tel. 0583971475 | info.ac@delloscompiglio.org 

 

Addetta stampa Tenuta Dello Scompiglio

Angelica D’Agliano |  angelica@delloscompiglio.org

 

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*