Incontro tra Prometeo e Azienda ospedaliera-universitaria di Sassari

Incontro tra Prometeo e Azienda ospedaliera-universitaria di Sassari

medda, orrù, argiolas e di battistaLunedì si è svolto a Sassari, presso la sede dell’Azienda ospedaliero-universitaria (A.O.U.), un incontro tra il Direttore sanitario dell’A.O.U., il dr. Antonio Orrù, e l’associazione dei trapiantati Prometeo Aitf Onlus, rappresentata dal presidente Giuseppe Argiolas, dal tesoriere Daniela Medda e dal coordinatore per la Provincia di Sassari Marco Di Battista.

La Prometeo Aitf Onlus ha sottoposto all’attenzione del Direttore l’esigenza di aprire un percorso di cure specifico per i trapiantati di organi della Provincia di Sassari che permetta loro, possibilmente attraverso una programmazione pluriennale, di usufruire il più possibile e al meglio, presso le strutture sanitarie di Sassari, Alghero e Ozieri, degli esami diagnostici previsti nel follow-up del post-trapianto (ecografie , tac, risonanza, rx, prelievi ematici ..). L’associazione di trapiantati ha chiesto, in particolare, di riservare agli specialisti del follow up dell’ospedale “G. Brotzu” solo i controlli periodici previsti dai protocolli di cura per i trapiantati, salvo che per i trapiantati di rene già seguiti dalla Nefrologia del “SS. Annunziata”. Il Direttore ha dato la massima disponibilità ad aprire un percorso “speciale” che coinvolga le strutture che seguono i trapiantati all’ospedale “G. Brotzu”, alle quali sarà chiesto di segnalare i pazienti e le prestazioni che dovranno essere erogate periodicamente.

La Prometeo ha, inoltre, richiesto al dr. Orrù di aprire un nuovo capitolo importante: quello delle cure dentarie per i trapiantati, che spesso hanno dovuto affrontare una bonifica del cavo orale prima dell’urgente intervento salvavita. Il Direttore ha ritenuto possibile coinvolgere operativamente la struttura dell’Università di Sassari, a fronte di un finanziamento specifico disposto dall’Assessorato regionale alla Sanità.

Positive, per la Prometeo Aitf Onlus, anche le dichiarazioni rese dal dr. Orrù sulle donazioni di organi nella Provincia di Sassari. Nel merito, il dirigente ha evidenziato, in particolare, il grandissimo impegno della Rianimazione dell’ospedale “SS. Annunziata”, che sta svolgendo un lavoro egregio sul fronte delle osservazioni di morte encefalica e delle donazioni. La Prometeo precisa che – stando ai dati esposti recentemente dalla dr.ssa Francesca Zorcolo, coordinatrice pro tempore del  Centro regionale trapianti (C.R.T.) –  al 31 agosto 2017 tale ospedale era quello che, con 19 osservazioni e con 8 donatori effettivi, aveva maggiormente contribuito al bilancio complessivo dei primi 8 mesi del 2017: 45 trapianti realizzati nella nostra Isola, di cui 20 di fegato, 21 di rene,1 di pancreas e 3 di cuore.

Consapevole che esistano ancora margini di miglioramento, il dr. Orrù ha anche dato la massima disponibilità dell’A.O.U. a collaborare con il proprio personale alla campagna di promozione della donazione nelle scuole e nei comuni portata avanti dalla Prometeo Aitf Onlus nella Provincia di Sassari.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*