Il ruolo dell’Infermiere nella cultura della donazione

gruppo di persone in piedi di cui una con in mano un microfono

A Siena ieri infermieri e studenti del corso di laurea in Infermieristica si sono riuniti per una giornata di studi sui temi dell’educazione, donazione, riconoscenza e investimento

Donazione e Trapianto, il ruolo dell’Infermiere nella cultura della donazione

L’appuntamento aperto dal presidente Ipasvi di Siena Michele Aurigi si è concluso con l’assegnazione di una borsa di studio in memoria di Edoardo Micheli

 

gruppo di persone in piedi di cui una con in mano un microfono“Educazione, donazione, riconoscenza e investimento”, sono state queste le principali tematiche affrontate dall’ IPASVI di Siena, il Collegio provinciale degli infermieri, assistenti sanitari e vigilatrici d’infanzia, durante il corso di formazione che ieri, 10 ottobre, si è tenuto a Siena su: “Donazione e Trapianto, il ruolo dell’Infermiere nella cultura della donazione”.

In una sala affollata da un centinaio di infermieri e molti studenti del corso di laurea in Infermieristica, a dare il via ai lavori è stata Anna Ferretti, assessore alla Sanità e Politiche del Comune di Siena. Con lei, è intervenuto il presidente del Collegio Ipasvi di Siena Michele Aurigi che prima ha portato il saluto di Barbara Mangiacavalli, Presidente della Federazione Nazionale dei Collegi Ipasvi  quindi, ha aperto l’incontro.

Nella prima parte si è parlato di informazione ed educazione sul tema della donazione degli organi insistendo sul concetto di promozione e diffusione della cultura della donazione come dovere etico e deontologico. L’analisi dei dati relativi alle donazioni e ai trapianti hanno mostrato come la Toscana sia eccellenza nazionale. I relatori intervenuti sono stati Laura Savelli, direttore e responsabile Interaziendale Asl7-AOUS, Cristina Cipriani, coordinatrice infermieristico presso il Coordinamento locale donazioni organi e tessuti e dell’ambulatorio trapianti renali, Loretta Papini e Silvia Carli infermiere presso il coordinamento AOUS e territoriale.

La parola è poi passata al Presidente Regionale AIDO della regione Toscana, Federico Finozzi che ha portato la sua coinvolgente esperienza.

Il Collegio Ipasvi di Siena ha poi assegnato la borsa di studio intitolata ad Edoardo Micheli, collega prematuramente scomparso nel maggio del 2014, vinta dallo studente Andrea Natale.

Positivo il bilancio del Collegio Ipasvi di Siena sulla giornata di studi che si è conclusa con il desidero e la speranza che la cultura della donazione e del sentimento di riconoscenza prevalgano oggi come armi vincenti per una Infermieristica di eccellenza.

 

Nella foto, da destra a sinistra, il Presidente del Collegio Ipasvi di Siena Michel Aurigi, Lucia Bianchini, Andrea Natale (vincitore della Borsa di Studio Edoardo Micheli) e Angelica Biagianti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.