Ultime

I Delfini Calderon muoiono in un mare di sangue

Pin It

 

In quest’ultimo periodo siamo stati tartassati da immagini e notizie sconcertanti riguardanti il colore del mare, che da azzurro e cristallino diventava rosso o addirittura marrone a causa di detriti Petroliferi.

Stavolta è toccato alle acque delle Faroe, isole della Danimarca, che una volta l’anno diventano color porpora. Questo cambiamento cromatico è stato ancora una volta causato dall’uomo, ma stavolta non si tratta né di greggio né di altro elemento inquinante: a colorare il mare di rosso è stato il sangue. Ebbene si, si tratta di sangue animale.

A quanto sembra ogni anno, nelle isole Faroe, giovani uomini che vogliono dimostrare di essere adulti si cimentano nell’uccisione di questi dolcissimi delfini, durante una vera e propria “ Festa da macello” a cui assistono tantissimi spettatori. I delfini Calderon, che per natura sono amichevoli, si avvicinano agli uomini per giocare e comunicare e loro rispondono con un segno di “vera amicizia” ferendoli più volte con dei grossi ganci. Dopo quell’atto seguono i lamenti dei delfini, simili al vagito di un neonato e che saranno il preludio di una morte lenta e misera.

Un vero e proprio massacro per degli animali che tra l’altro sono anche in via d’estinzione. Come può il governo delle Faroe permettere un tale scempio?

Giusy Chiello

Pin It

28 Commenti su I Delfini Calderon muoiono in un mare di sangue

  1. Marcella Onnis // 28 Luglio 2010 a 12:36 //

    ma è terribile …

  2. terribile…non ci sono parole….ma perchè questi aniamli hanno dignità maggiore deill’agnellino a cui aprono la testa,o al maiale,o a i tonni??

  3. Forse però gli animali che vengono uccisi per essere macellati e mangiati, hanno un motivo per essere uccisi….
    In questo caso è solo massacro fine a se stesso!

  4. vengono mangiati anche questi:Ogni anno la popolazione delle isole Faroe pesca e si nutre di circa 1000 cetacei tra i 2 e i 5 metri di lunghezza. La carne dei “calderon” copre circa una quarta parte del consumo totale di carne in questa zona.
    Ma fa molta più moda difendere degli esotici delfini,che uno sporco maiale…e poi il maiale è buono,ce lo mangiamo tutti,ma il delfino no..quindi si può anche fare del buonismo..
    queste foto fanno impressione…io non potrei mai fare una cosa del genere..così come non potrei sgozzare un maiale o partecipare alla mattanza dei tonni..

  5. io non so ammazzare nemmeno un geco o un topo!

  6. Questi delfini non sono assolutamente a rischio di estinzione
    http://it.wikipedia.org/wiki/Grampus_griseus
    inoltre, vengono colpiti con degli arpioni sulla spina dorsale, proprio per farli soffrire il meno possibile, cosa che non accade con l’altra carne che mangiate normalmente.

  7. Intanto il nome scientifico di questi delfini è Globicephala melas o Globicephala macrorhynchus, e poi tutti i delfini sono a rischio estinzione, anche se alcune sottospecie lo sono di più. Quindi la tecnica di uccisione che può essere più o meno ortodossa rimane sempre inaccettabile.

  8. brutti bastardi figli du una buttana che possono loro morire nella stassa maniera

  9. la popolazione delle fareo potrebbe mangiare altro. non credo ke se nn si mangiano i delfini muoiano di fame…barbari di merda se solo mangiassi carne umana andrei ad ammazzarli tutti nello stesso identico modo…AL ROGO LE ISOLE FAROE!!!

  10. ma mortacci vostraaaaaaa!! brutte merde io ve squarterei allo stesso modo altro che pena di morte nuova legge : NELLA MANIERA IN CUI UCCIDI VERRAI UCCISO !!

  11. …mi sta venendo fame…chissà che buoni….

  12. vergognati Unabomber

  13. Neanche un pò!Forse il leone si deve vergognare se si pappa una “gazzella di Thompson” (specie a rischio di estinzione)? Non credo!

  14. rimango perplessa…….

  15. un tortellino // 5 Agosto 2010 a 22:15 //

    Se è vero che i colpi alla spina dorsale sono inferti proprio per evitare inutili sofferenze e che i delfini vengono poi mangiati, andate tutti a cercarvi su internet un filmato che si chiama “meet yout meat” (o giù di lì). Dopo averlo visto, tutti coloro che si sono lanciati in sperticate accuse di barbarie e di innocenza personale smettano di mangiare carne. Qualsiasi tipo di carne. La coerenza si paga cara, nell’era del consumismo.

  16. le persone ke fanno cosi a dei poveri delfini amikevoli devono morire,MO-RI-RE!!!!!!!!!xke i delfini nn se lo meritano solo perke della gente uccide per puro egoismo e per farsi vedere!!!!!!!la gente comune come noi si spacca il culo perke tutte le spece nn siano piu in via di estinzione,E QUELLI DELLA DANIMARCA?????giustamente x dimosrare fede uccidono una spece in via di estinzione ke x nostra fortuna nn è agressiva!!!!!la gente cosi deve marcireeeee in galeraaaaa!!!!MARCIREEEE!!!!!e anke i legali dell’alta soceta dicono di difendere l’ambiente e poi nn si degnano nemmeno di arrestare queste personeee!!!!!tutte le isole faroe dovrebbero essere condannate a vita!!!!!!!A VITAAA!!!!!!le persone csi fanno veramente skifooo!!!!SKIFOOO!!!!!e ho detto tutto!!!!

  17. Ahahah!Cara Sara il tuo stile da “votapolliceverdebaciabalene” la dice lunga su una certa tipologia di ambientalismo ipocrita. In ogni caso, qualora dovessi aggiungere qualche ulteriore commento, ti sarei veramente grato se abbandonassi qualunque forma di scrittura bimbominkiese e tornassi al caro vecchio italiano scritto.Saluti.

  18. caro unabopmber ognuno può pensarla come vuole….
    ma criticare sul modo di scrivere no. Ognuno ha una cultura diversa e non per questo non può esprimere le sue idee

  19. Parole sante Lupo: io mi riferivo solo al fatto di usare la forma “ke” invece che “che” non certo ad errori di grammatica o ad altro. Si parla tanto di cultura…

  20. che scempio!

  21. ma che cultura è questa?

  22. la cultura della morte?

  23. elisa e daniele // 3 Dicembre 2010 a 14:47 //

    una sola parola BASTARDI!

  24. non si uccidono degli animali innocenti.sono animali docili che non fanno male a nessuno e non sono animali da macello.
    nessuno stato impedisce questa carneficina inutile ? si puo’ peccare anche se non si fa niente per impedire tutto questo.dante mise gli ignavi nell’inferno!

  25. ciao eliana mi chiamo caterina e penso che tu abbia assolutamente ragionee , anche io vorrei poter fare qualcosa per salvare gli animali ma da soliii non puoi fare troppo e sopratutto nelmio caso non sono abbastanza grande ma quando sarò abbastanza grande da poterlo fare prenderò seri provedimenti. ciaooooo

  26. ASCOLTATE, vorrei mettere in chiaro che questa che avete letto è una tecnica di caccia di delfini e balene, vengono guidati a riva e poi uccisi ed anche quella dell’arpione è una tecnica di uccisione che ormai si usa meno spesso… credo che la tradizione sia di uccidere il delfino in questo modo per poi mangiarlo e NON di ucciderlo e basta!! Ciò non toglie che personalmente non avrei mai il coraggio di cacciare nessun animale, ma questa gente vive di pesca!

  27. MORALE, non credete a tutto ciò che si scrive perchè possono essere inesatte e per attirare la vostra attenzione sui siti! CURATE LA VOSTRA INFORMAZIONE!

  28. christian granara // 24 Gennaio 2014 a 12:32 //

    beh io sono di carloforte…. circa due secoli di mattanza del tonno… non vedo differenze, così come non ne vedo quando si ammazzano maiali o altro… finchè si tratta di cibo è un conto… quando si tratta di pellicce già è diverso… resto allibito da alcuni commenti all’articolo…

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*