Cura e prevenzione delle allergie con la medicina ayurvedica

Cura e prevenzione delle allergie con la medicina ayurvedica

La medicina ayurvedica è molto utile per combattere le allergie, questa medicina è nata diversi secoli fa in India, infatti è alla base della medicina tradizionale indiana, non solo questa è utilizzata per combattere varie patologie, oltre alle allergie di varia natura. L’allergia è un sintomo, che si presenta quando un determinato stimolo proveniente dal mondo esterno contatto con il corpo, innesca una reazione nociva che crea uno stato di malessere nell’individuo. L’allergia può derivare, dalla pelle, quindi dal contatto con qualcosa che crea escoriazioni epiteliali, dalle mucose, quando entra in contatto con l’olfatto, o tramite l’ingerimento di cibi a cui si è allergici, e tramite il sangue, come ad esempio chi è allergico a determinate tipologie di medicinali.

Molte allergie, possono essere causate da fattori ambientali, oltre che alimentari, e possono distinguersi in allergie da sostanze naturali, come piante e pollini, o allergie da sostanze artificiali come i medicinali, i detersivi e altri elementi chimici e industriali. Alcune allergie, hanno uno sfogo cutaneo, presentandosi con orticaria, eczemi e prurito, mentre altre hanno conseguenze più gravi, creando un effetto negativo a livello respiratorio, come l’asma o innescare un pericoloso shock anafilattico. La medicina ayurvedica, può essere così una valida alleata per eliminare queste pericolose allergie che mettono a rischio d’incolumità chi ne è affetto.

Secondo la medicina ayuverda, le allergie sono causate da uno squilibrio di quelli che vengono chiamati i tre Dosha: Vata, Pitta e Kapha, questi tre Dosha, se sono in squilibrio causano nell’individuo delle allergie. Questa tipologia di medicina, è utilizzata anche, seppur in minor misura, nella medicina occidentale. Solitamente nella cura occidentale contro le allergie vengono utilizzati farmaci antistaminici e cortisonici, che però non sempre possono essere efficaci nel contrastare l’inizio di una reazione allergica.

L’ayurveda, ritiene che, invece la manifestazione di queste reazioni allergiche sia dovuta a un’alimentazione errata, che porta a uno squilibrio del corpo, causandogli così vari disturbi, tra i quali quelli allergici. L’alimentazione, dunque, è il primo passo, verso la cura del corpo, dai sintomi negativi che si percepiscono, quindi per iniziare a stare bene bisogna eliminare tutti i cibi, “spazzatura”, che creano questo squilibrio, tra corpo e mente. Inoltre mantenere una sana alimentazione, aiuta Agni, il fuoco digestivo, a mantenere il Dosha in equilibrio, dunque le allergie sono causate, da un accumulo di tossine, da parte di Agni, che deve disintossicarsi, per farsi che le condizioni dell’individuo migliorino.

La cura, dunque secondo ayurveda è un alimentazione sana, che può essere il rimedio migliore, per allontanare i sintomi allergici, dunque gli alimenti da prediligere, per stare bene e allontanare le tossine, sono la frutta, la verdura fresca, biologica, i legumi e i cereali che aiutano a depurare l’organismo, e a rafforzare l’intero sistema immunitario.

Un ulteriore aiuto è dato dallo yoga, in special modo dagli esercizi riguardanti la respirazione. Tra i consigli da seguire per prevenire e alleviare i sintomi, quello di evitare cibi artificiali, zuccherini, salati, piccanti, pesanti e acidi: da eliminare, ad esempio, insaccati, formaggi, fragole, pomodori, cioccolata, frutta secca, crostacei e molluschi.

Indicate invece, le tisane allo zenzero, camomilla, rosmarino, limone, arancia, cumino, liquirizia, finocchio e zafferano. Ottimo anche il ribes nero – antistaminico naturale, che stimola la produzione di sostanze antinfiammatorie – l’adatoda vasica – che allieva la tosse e libera le vie respiratorie – e le cipolle, in grado di contrastare le reazioni infiammatorie. Ricordate, poi, di ridurre al minimo o eliminare del tutto il contatto con gli allergeni e di contattare, in ogni casmedicina o, un medico, in quanto i trattamenti e le terapie possono variare in base ai disturbi del singolo individuo.
Anna Capuano

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*