Celle frigorifere industriali: cosa sono e le varie tipologie in commercio

Celle frigorifere industriali: cosa sono e le varie tipologie in commercio

Cos’è una cella frigorifera? Trattasi di un locale di conservazione degli alimenti, dove viene mantenuta una temperatura inferiore a quella ambientale. Ovviamente le celle frigorifere non sono tutte uguali, ma generalmente si differenziano per la temperatura mantenuta all’interno. Nello specifico la temperatura all’interno della cella frigorifera può variare dai 18°C per la maturazione della frutta, a 5 gradi per quegli ambienti dove andranno riposti gli alimenti che in un secondo momento poi vengono surgelati, per poi arrivare ad una temperatura inferiore ai 28 gradi per la conservazione di alimenti come gelati, verdure e pesci. Quindi è facile capire che le celle frigorifere non sono tutti uguali e si distinguono in quelle volte alla conservazione, quelle per prodotti congelati, per la prerefrigerazione e ad atmosfera controllata e le celle frigorifere industriali.
Ad ogni modo, a prescindere dalla tipologia, la cella frigorifera fa parte della lunga serie di impianti di refrigerazione. Con questo termine, refrigerazione, si intende il processo finalizzato all’abbassamento della temperatura di un ambiente al di sotto della temperatura ambiente. Oggi questo processo è molto sentito e particolarmente curato nelle industrie soprattutto quelle alimentari, che scelgono con cura i macchinari da allestire all’interno. Maggiore attenzione viene posta proprio alle celle frigorifere alimentari. Queste vengono impiegate all’interno di magazzini di frutta, caseifici, logistiche alimentari e grossi macelli. Come sono prodotte? Queste celle frigorifere industriali hanno uno spessore ed un rivestimento esterno che cambia a seconda dell’utilizzo; a tal riguardo, diciamo che ne esistono alcune con pannelli che hanno uno spessore minimo di 6 cm, ma non è raro che queste possano arrivare a 12 cm. Ovviamente lo spessore dipenderà sia dal luogo dove questa andrà installata ed anche dal fine per la quale è stata scelta e progettata. Altre celle possono avere invece uno spessore che va da un minimo di 10 cm ad un massimo di 24 e queste vengono privilegiate per la conservazione dei prodotti surgelati. Riguardo i materiali, la maggior parte delle celle frigorifere vengono prodotte in: lamiera zincoplastificata, acciaio nox, vetroresina e lamiera preverniciata a caldo. Una volta installate,  celle frigorifere industriali  devono essere pulite in modo da poterne assicurare l’igiene. Dunque, possono essere utili alcuni accorgimenti soprattutto per la prima pulizia. Dovrà essere lavata con acqua calda e risciacquata poi con cura e sempre con acqua calda, facendo attenzione ad asciugare bene.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*