Bagheria (Pa): scuola derubata. Il Comune verrà in suo aiuto?

Bagheria (Pa): scuola derubata. Il Comune verrà in suo aiuto?

di Giusy Chiello

Stamattina i bambini della Scuola Primaria E.Loi di Bagheria, hanno avuto l’ennesima brutta sorpresa: per la settima volta, il plesso sito in via Claudio Traina è stato vittima di un furto.

A verificare la situazione gli operatori della scuola, che all’apertura, hanno trovato aperta la porta del retro.

Nessun segno di forzature esterne, ma soltanto manomissione delle porte interne chiuse a chiave.

Stavolta nessun pc è stato rubato, visto che nei furti precedenti i ladri avevano già fatto razzìa (in segreteria i dipendenti lavorano con computer obsoleti). Sono stati rotti i cassetti e gli armadi chiusi a chiave, ma anche lì non è stato trovato nulla, solo timbri e materiale didattico.

Il bottino di stavolta è stato soltanto il televisore con il lettore DVD che si trovavano in Presidenza (unico elemento utile rimasto sia per la Scuola Primaria che dell’Infanzia).

I bambini non hanno più videoproiettori, computer e nessun tipo di materiale multimediale: le lavagne Lim, vista la situazione, vengono utilizzate con i pc portatili delle insegnanti.

La Preside ha dichiarato di essere molto amareggiata per l’accaduto, e, visto che il Comune non può garantire un servizio di sorveglianza, le porte della scuola da ora in poi rimarranno sempre aperte, dato che non c’è più nulla da rubare.  

“Visto che la nostra scuola è rimasta in una situazione davvero disagiata –ci spiega la Preside- speriamo che il 30 novembre il Comune possa approvare il progetto esecutivo di un finanziamento PON FESR Asse 2C di 345.000 euro che permetterebbe la ristrutturazione in toto della scuola”.

I bambini, a detta della dirigente, potrebbero quindi usufruire di nuovi infissi (magari un po’ più a prova di ladro), di una palestra (verrebbe resa agibile quella del Gramsci), servizi igienici nuovi, etc.

“Sarebbe l’unica speranza per far risalire la china di questa scuola- continua la Preside del plesso Gramsci-Loi- che pur di dare servizi agli allievi si autotassa, grazie al supporto di tutti i dipendenti, per comprare detersivi, carta iginieca e tutto ciò di cui ha bisogno la scuola, visto che il Comune di tasca sua non sborsa un euro.

Riuscirà l’Amministrazione Comunale ad adempiere a questo suo dovere?

Fonte: Bagheria Live

Dopo tutti questi furti un’ennesima beffa non sarebbe per nulla piacevole.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*