“Alla Mamma” è la poesia di Bruno Guidotti che dedichiamo a tutte le madri

                   Alla mamma

Assopita, in serena posa assisa,

ove dalla socchiusa finestra al fianco,

il mar si scorge, ed una lama di sole filtra,

che sul tuo viso calore e luce posa,

risaltandone gli amati tratti, che dei verdi

anni, il tempo bellezza non ha scalfito.

Sfiora la mia mano grata il dormiente volto

e la canuta nuca, e quelle rughe sacre,

frutto di fatiche, di sacrifici, di ansie,

ed anche dei sorrisi, di quando io bambino

al seno stringevi, ed io felice ti sussurravo mamma,

e poi contento ti baciavo il collo e il volto,

e tu giovane divertita ridevi, stringendomi ancor più forte.

Oggi è la tua festa, il sole inonda il giardino antico,

ove noi tornati al retro tempo, felici al prato andiamo,

tenendo la tua sicura mano, quella mia ancora incerta.

5 thoughts on ““Alla Mamma” è la poesia di Bruno Guidotti che dedichiamo a tutte le madri

  1. Ringrazio di cuore il valente poeta per questa bella poesia dedicata alle mamme sempre sensibile ed attento il mio apprezzamento

  2. Bella Questa Poesia Scritta e Dedicata da Bruno Guidotti a Tutte Le M a m m e , Figure insostituibili , Dispensatrici di Smisurato Amote . Ammetto di Essermi Alquanto Commosso , Nel Leggere i Bei Versi Che La Compongono .Mi Sono Rivisto Bambino , in Quegli Atteggiamenti Tipici e Caratteristici Narrati dal Bravo Poeta .

  3. Testo di sconfinata tenerezza, dedica d’amore all’amore. Versi che commuovono a descrivere la bellezza della propria madre in tutte le fasi della vita ma con quelle radici d’amore e di sangue che legano indissolubilmente.
    C’è tenerezza, amore, soprattutto una sottile vena di malinconia che non sconfina mai nel rimpianto ma nella consapevolezza di averla amata ed essere stato amato.
    Il mio elogio Bruno per un testo sentito e intenso.

  4. Bella questa descrizione della mamma che si assopisce davanti alla finestra con il figlio che con la mano le accarezza la testa e quei lineamenti invecchiati dal tempo, ma che sono stati frutto di dolori, sorrisi, preoccupazioni e lui ritorna al pensiero di quando era bambino e con allegria gli baciava il volto stringendola forte a sé. Un grazie al poeta bruno guidotti che si è ricordato di questa figura basilare per tutti noi che è la mamma non per niente si dice “chi ha mamma non piange”.

  5. Ciao zio Bruno Guidotti bella poesia da tua nipote poetessa mi trovi anche su tik tok @vale85511 oppure su instagram @vale85511 oppure su Facebook Valentina Fabrizia Raffaella Ripanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *