L’angolo della poesia: “Il mare di notte” di Mariapia Crisafulli

mare e porto di Villaputzu

mare e porto di Villaputzu

 

C’è chi canta il mare d’inverno e chi il mare di notte.
Tra questi ultimi c’è Mariapia Crisafulli, che ancora una volta ci incanta con i suoi versi.

Prima di lasciarvi in sua compagnia, vi ricordiamo che potete sempre inviarci le vostre poesie a info@ilmiogiornale.org

 

Il mare di notte

Il mare di notte

è un’immensa radura di polvere di stelle;

sereno o irrequieto

riflesso del cielo,

fa da tappeto alla luna.

 

Il mare di notte,

con le sue onde

sinuose e avvolgenti,

sgualcito dalla candida spuma,

è una musica dolce,

struggente e incantata:

l’eco delle ipnotiche sirene.

 

Il mare di notte,

adulatore sfacciato,

è una poesia rubata agli amanti,

ai loro languidi sguardi

che vi si specchiano dentro,

confidandogli i segreti del loro amore.

 

Foto Michele Porcu

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.