Ultime

Come evitare i malanni di stagione dei bambini

Pin It

 

 

 

 

Si sa, l’inverno è la stagione più temuta dai genitori. Le temperature basse, gli sbalzi da dentro casa a fuori casa, le continue piogge e la neve possono portare tanti malanni ai bambini piccoli. Senza considerare che i vari malanni di stagione possono essere diffusi all’interno delle scuole e delle comunità. Bisogna, dunque, cercare di prevenire quanto più possibile, per evitare che il proprio piccolo possa rimanere a letto per un periodo di tempo in condizioni non ottimali.
La cosa più difficile, per i bambini che vanno a scuola, è quella di gestire le varie temperature che si affrontano,  selezionando con cura i capi di abbigliamento invernale.  Da evitare totalmente è la maglia di lana. L’indumento in questione è utilizzabile soltanto per i climi rigidi. In città è molto più consigliato far indossare ai propri bambini una biancheria più traspirante, come indumenti sintetici o di cotone. Dopodiché bisogna cercare di regolarsi con le varie temperature che si vanno ad affrontare. La classica soluzione è quella di vestirsi a strati. Un ottimo meccanismo è quello di vestire i propri figli con delle tute felpate che, all’occasione, possono essere rimosse qualora il piccolo senta caldo. Anche le felpe di pile e le maglie di cotone sono un’ottima alternativa per bilanciare il caldo che si trova all’interno della casa e della classe con il freddo dell’esterno.
Di solito i genitori sono indecisi se far indossare ai propri bambini un cappotto o un piumino.  La realtà dei fatti fa prediligere quest’ultimo,  visto che il cappotto poco si addice alla quotidianità dei bambini. Questi ultimi giocano e corrono e potrebbero essere impediti nel farlo dall’indumento in questione, il quale potrebbe rovinarsi facilmente. Naturalmente il piumino deve essere abbastanza caldo e questo lo si nota dall’imbottitura: il freddo viene così scongiurato.
Bisogna evitare che i bambini siano esposti al freddo in alcune determinate zone del corpo che potrebbero essere trascurate. Mai dimenticare un cappello meglio se copra anche le orecchie. Anche i guanti devono essere sempre presenti per prevenire eventuali rotture dei capillari derivate dal freddo. In questo caso, è bene applicare una crema idratante, se gli arti del bambino sono troppo sensibili. Un’altra buona norma è quella di mettere una sciarpa al proprio figlio, qualora questo debba stare esposto all’aria aperta per molto tempo.
C’è bisogno anche di controllare il contrario, e cioè se c’è stato un eccesso nella copertura del bambino      e se, invece del freddo, egli sta soffrendo il caldo. In questo caso è necessario toccarlo. Se c’è una sudorazione, allora sarebbe bene eliminare qualche capo, per alleviare lo stato termico del corpo del bambino. Ovviamente, la sudorazione non è causa di malanni, ma è un bene per il bambino perché va a diminuire la temperatura del corpo quando questa si sta alzando troppo.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*