Ultime

Con Stefano Benni prende il via “Lucca Teatro Festival”

Pin It

La Cattiva Compagnia in collaborazione con Teatro del Giglio, Comune e Provincia

Lucca Teatro Festival: al via da lunedì con Stefano Benni

per sei giorni dedicati ai giovani

 Che cosa sono le nuvole?” 23-29 marzo 2015

primo piano di Stefano BenniSpettacoli, incontri e workshop: un’intera settimana di teatro dedicato ai giovani e alle loro famiglie. Al via da lunedì 23 marzo la prima edizione Lucca Teatro Festival la manifestazione che porterà in città compagnie teatrali da tutta Italia, per 11 spettacoli di teatro ragazzi, con 4 anteprime nazionali, 5 workshop per le scuole primarie e secondarie e 4 incontri con ospiti di rilievo nazionale aperti al pubblico.

Il taglio del nastro lunedì alle 11,45 a Palazzo Ducale nella sala Ademollo con i saluti  istituzionali, poi il Festival organizzato da La Cattiva Compagnia in collaborazione con il Teatro del Giglio, Provincia e Comune di Lucca con il contributo della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca nell’ambito del progetto f-UNDER35 prenderà il via. Un festival pensato per i ragazzi e non solo: tutti gli spettacoli saranno infatti aperti alle famiglie. Si parte poi nel pomeriggio alle 18 con un incontro pubblico con lo scrittore Stefano Benni (sala Ademollo di Palazzo Ducale). L’autore di romanzi di grandissimo successo come “Bar Sport” e “Terra!” si apre al pubblico e svela i suoi segreti.

 

Giovedì 26 marzo alle 18 incontro pubblico ad accesso gratuito con il maestro burattinaio  Mariano Dolci già allievo del grande Otello Sarzi con  il quale ha collaborato per anni agli allestimenti sia in teatro sia in televisione; dal 1970 dirige laboratori di animazione per far sperimentare tutte le potenzialità pedagogiche dei burattini (Sala Tobino di Palazzo Ducale).

 

Venerdì 27 marzo, ore 14,45 – Ernest e Celestine

In anteprima nazionale La Cattiva Compagnia presenta una trasposizione teatrale del racconto di Daniel Pennac (Teatro San Girolamo) alle 18 I Love Frankestein della compagnia Eccentrici Dadarò, una visione in chiave comica del classico della letteratura (Auditorium del Suffragio), alle 21 Lo Sconcerto della DisturBanda (anteprima nazionale) un esilarante spettacolo musicale (Teatro San Girolamo).

 

Sabato 28 marzo alle ore 9,45 e domenica alle ore 16 Il Cielo degli Orsi favole raccontate col gioco delle ombre dagli attori del Teatro Giocovita (Teatro del Giglio); alle 11,30 – I Tre Porcellini, Lupus in Fabula con la compagnia Giallomare Teatro (anteprima nazionale) favole musica e effetti visivi (Teatro San Girolamo); alle 15 incontro aperto al pubblico ad ingresso gratuito con Mario Bianchi autore, regista, animatore e critico di teatro, che si è dedicato al teatro per ragazzi (sala Ademollo di Palazzo Ducale); alle 17:30  incontro pubblico ad ingresso gratuito con Carlo Presotto e Giacomo Verde. Attore e drammaturgo italiano il primo è presidente e direttore artistico de LA PICCIONAIA I CARRARA, Teatro Stabile di innovazione con sede a Vicenza; mentre Verde e attore, autore, musicista e regista e dal 1983 realizza videotapes prima in rapporto alla pratica teatrale poi come opera a sé (sala Ademollo di Palazzo Ducale); alle 21 La Gazza Ladra spettacolo pieno di storie e musiche per avvicinare i giovani all’Opera (anteprima nazionale) (Teatro San Girolamo).

 

Domenica 29 marzo, alle ore 11,30 Nessun Dorma con la compagnia TeatroLinguaggi ispirato alla Turandot di Giacomo Puccini (Auditorium del Suffragio) alle ore 10, presentandosi al Puccini Museum Casa natale di Giacomo Puccini con il biglietto d’ingresso dello spettacolo si potrà seguire una visita guidata ad ingresso gratuito (fino ai14 anni) e ridotto per gli adulti.

 

 

Contatti: La Cattiva Compagnia Teatro tel 0583/312252

www.lacattivacompagniateatro.it

info@lacattivacompagniateatro.it

d.agostino.elisa@lacattivacompagniateatro.it

 

Sito del Festival
www.luccateatrofestival.it

 

Ufficio stampa: Barbara Di Cesare

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*