Arrivano i contributi per le attività commerciali di Barberino di Mugello

Arrivano i contributi per le attività commerciali di Barberino di Mugello

Dopo il terremoto del 9 dicembre molte attività commerciali sono state chiuse, da questa nota del Comune una ventata di speranza per gli esercenti barberinesi.

Agevolazioni sui tributi comunali per riaprire un’attività chiusa da almeno 6 mesi o per ampliare esercizi già esistenti. Questa la novità che riguarda anche gli esercenti di Barberino, attuata dall’amministrazione, che ha sposato i criteri del “Decreto crescita” nazionale.

Potranno usufruirne attività dei settori artigianato, turismo, fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione dei beni culturali e al tempo libero, commercio al dettaglio compresa la somministrazione di alimenti e bevande.

I contributi sono concessi per l’anno nel quale avviene l’apertura o l’ampliamento degli esercizi e per i tre anni successivi e sono rapportati alla somma dei tributi comunali dovuti dall’esercente e regolarmente pagati nell’anno precedente a quello nel quale è presentata la richiesta di concessione.

Le domande potranno essere presentate fino al 28 febbraio 2020 e nel periodo 1° gennaio – 28 febbraio negli anni successivi. Il Decreto Crescita prevede infatti che le risorse disponibili a livello nazionale, destinate ai comuni con popolazione fino a 20mila abitanti, siano pari a 5 milioni nel 2020, 10 milioni nel 2021, 13 milioni nel 2022 e 20 milioni annui a decorrere dal 2023.

Sono escluse dagli aiuti anche le aperture di nuove attività e le riaperture conseguenti alla cessione di un’attività preesistente da parte del medesimo soggetto che la esercitava in precedenza o, comunque, di un soggetto, anche costituito in forma societaria, che sia ad esso direttamente o indirettamente riconducibile.

 Avviso e modulistica sul sito del Comune di Barberino.

Foto: Francesca Lippi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*