Ultime

“Leggendo Metropolitano” torna a Cagliari dal 5 giugno

Pin It

LEGGENDO METROPOLITANO

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI LETTERATURA

VI edizione

I Giochi dell’Essere

Cagliari,

5 – 8 giugno 2014

 

Locandina di Leggendo metropolitano 2014Leggendo Metropolitano, e la storia continua. Si giunge all’edizione numero sei. Dopo “eccezioni e trasformazioni”, “parole leali”, “radici”, “tempo”, “legami”, la parola chiave del tema di quest’anno sarà “gioco”. I   Giochi   dell’Essere, infatti,   il   filo   conduttore   nel   2014   del   festival   internazionale   di letteratura organizzato da Prohairesis, sotto la direzione artistica di Saverio Gaeta, che prenderà il via a Cagliari giovedì 5 giugno, fino a domenica 8.

La vita è (anche) gioco… Noi cresciamo e ci sviluppiamo attorno alle attività ludiche: potremmo quasi   dire ludo   ergo   sum. Siamo   in   presenza   di   un   istinto   fondativo:   del   gioco   come   seme dell’Essere…  Anche  la  letteratura è  gioco…  Le  parole  stesse,  che  danno  significato  alle  cose, nient’altro sono se non il gioco continuo tra lettere e suoni che si rincorrono e, nello stesso modo, quando formano frasi, continuano quell’eterno inseguimento – esso stesso gioco – verso il senso compiuto.
Il gioco, spesso, ha delle regole. Nella lingua sono esplicite. Delimitano e limitano, la limitano. E, nel contempo, le danno il carattere di necessarietà e universalità…

“Leggendo Metropolitano” intreccerà i fili del gioco e dell’esistenza. E lo farà, con un programma fitto – ancora di più rispetto alle passate edizioni – di appuntamenti, attraverso la letteratura ma non solo.

Spazierà fra scienza, filosofia, economia, arte, scuola, metterà a confronto diversi linguaggi.  La manifestazione avrà come sempre il quartiere di Castello a fare da palcoscenico ideale: i bastioni di Santa Croce e Saint Remy, il Teatro Civico, il Chiostro della Facoltà di Architettura, il Ghetto.

Nutrita la schiera di sponsor e partner: Fondazione Banco di Sardegna, Regione (assessorati della Cultura e del Turismo), Comune di Cagliari (assessorati della Cultura e del Turismo), Provincia di Cagliari, Centro per il Libro e la Lettura, Ctm, Agenzia Regionale del Lavoro, Fondazione Agnelli di Torino, Concorso Lingua Madre, Inaf (Istituto nazionale di astrofisica).

IL PROGRAMMA. Il festival avrà un’anteprima, mercoledì 4 giugno, alle 19.30, al Bastione Santa Croce. La narrazione tra parole e musica, il titolo dell’incontro fra la scrittrice, poetessa e musicista sudafricana Liesl Jobson e Alessandro Spedicati (Diablo, frontman del gruppo dei Sikitikis). A moderare il dialogo Anna Folli, giornalista, coautrice e direttrice del festival di letteratura e musica Le Corde dell’Anima.

Ad inaugurare la quattro giorni di “Leggendo Metropolitano” sarà, giovedì 5, alle 19, al Bastione Santa Croce, Edoardo Boncinelli. Playing brain, l’appuntamento che vedrà protagonista il fisico, genetista, scienziato di fama internazionale, che ha dato, con i suoi studi e le sue scoperte, contributi fondamentali alla comprensione dei meccanismi biologici dello sviluppo embrionale degli animali superiori e dell’uomo.

La prima serata proseguirà alle 20.30 (sempre al Bastione Santa Croce) con Giocare e curarsi con i libri.  Davide   Ruffinengo,   libraio   “itinerante”,   coordinerà   l’incontro   con Ella Berthoud e Susan Elderkin, pittrice e insegnante d’arte l’una,  scrittrice l’altra. Insieme nel 2008 hanno fondato un servizio di biblioterapia con la School of Life di Londra, e da allora hanno continuato a prescrivere libri, di persona o virtualmente, a pazienti di tutto il mondo.

Alle 21.30 approderà al Teatro Civico di Castello il Premio Nobel per l’Economia Robert J. Aumann, che   ha   ottenuto   il   prestigioso   riconoscimento   nel   2005. Games   people   play. La   natura   della razionalità e il grande coreografo, il titolo dell’incontro, condotto da  Armando Massarenti, filosofo, responsabile della pagina Scienza e filosofia del supplemento culturale domenicale de  Il Sole 24 Ore,   e Vittorio Pelligra, ricercatore di Economia Politica all’Università di Cagliari. Nato a Francoforte, Aumann fuggì con i genitori negli Stati Uniti nel 1938. Il suo più grande contributo è stato nell’ambito dei giochi ripetuti. Membro dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti, ha lavorato al Centro per lo Studio della Razionalità nell’Università Ebraica di Gerusalemme in Israele. È inoltre uno dei fondatori del Centro per la teoria dei giochi nell’economia.

Alle 22, al Bastione Saint Remy, i riflettori saranno puntati su Michele Serra. Giornalista (per La Repubblica e L’Espresso), scrittore, autore televisivo (è coautore della trasmissione di Fabio Fazio “Che tempo che fa”), ha pubblicato nel 2013 “Gli sdraiati” (Feltrinelli). E L’arte di stare sdraiati è il nome dato al dialogo che verrà condotto da Michele De Mieri, giornalista, critico letterario, autore radiotelevisivo (da tredici anni è coautore del programma radiofonico Fahrenheit di Radio3).

La prima serata di “Leggendo Metropolitano” si chiuderà con Nascondino tra i musei parte I: Gli Uffizi, alle 23, al Teatro Civico di Castello. Francesco Cataluccio, filosofo, studioso di letteratura e storia   dell’arte,   Premio   Dessì   per   la   narrativa   nel   2010,   si   addentrerà   nei   meandri   del   museo fiorentino. Nel 2013 ha pubblicato La memoria degli Uffizi.

Venerdì 6 giugno, seconda giornata. Si partirà alle 17, al Chiostro della Facoltà di Architettura, con Scacco al re. Idee dal Manifesto Niente cultura, niente sviluppo, promosso da Il Sole 24 Ore. Attori della discussione: Gian Arturo Ferrari, Armando Massarenti, insieme agli assessori regionale e comunale alla Cultura, Claudia Firino ed Enrica Puggioni, e a Vittorio Pelligra. Moderatore Sergio Benoni, giornalista esperto di musica e nuovi media, oggi direttore Marketing e Innovazione del Teatro Lirico di Cagliari. Lungo il curriculum di Ferrari: è stato Direttore Generale della Divisione Libri del Gruppo Mondadori dal 1997 e Direttore del Centro per il Libro e la Lettura, ricopre la carica di vicepresidente della casa editrice Einaudi. Nel 2014 ha pubblicato Libro per Bollati Boringhieri.

Alle 18.30 (Chiostro Facoltà di Architettura) Compagni di scuola. Fulvio Ervas, scrittore fra i più venduti in Italia (notevole il successo di “Se ti abbraccio non aver paura”, del 2012, che racconta l’avventuroso viaggio di Franco e Andrea Antonello, padre e figlio affetto da autismo), incontra gli insegnanti e scrittori Marco Balzano e Mario Tagliani. Quest’ultimo insegna all’Istituto Penale per Minori “Ferrante Aporti” di Torino, esperienza che ha raccontato nel suo primo libro, Il maestro dentro. Trent’anni tra i banchi di un carcere minorile (2014).

Piergiorgio   Odifreddi sarà   protagonista   alle   19.30   al   Bastione   Santa   Croce. Breve storia dell’Essere, il titolo dell’incontro in cui il matematico, logico e saggista,  abituato a muoversi fra divulgazione scientifica, storia della scienza, filosofia, politica, religione, avrà occasione di parlare anche   del   suo   ultimo   libro, Sulle   spalle   di   un   gigante.   E   venne   un   uomo   chiamato   Newton (Longanesi, 2014).

Alle 20.30, al Teatro Civico di Castello, Michele Mari spiegherà Il gioco nella letteratura (conduce   Michele   De   Mieri).   Lo   scrittore   milanese   insegna   Letteratura   italiana all’Università Statale del capoluogo lombardo e ha recentemente pubblicato con Einaudi il romanzo “Roderick Duddle”.

Alle 21 (Chiostro Facoltà di Architettura) Giocare con la lingua, la lingua per giocare: Masal Pas Bagdadi, scrittrice e psicologa dell’infanzia (è nata a Damasco nel 1938, fuggita a cinque anni in Palestina con la sorella, cresciuta poi in un kibbutz lontana dalla famiglia), incontra l’autrice serba Tijana Djerkovic e la biologa belgradese Dragana Nicolic. Modererà Daniela Finocchi, giornalista e saggista, ideatrice del Concorso letterario nazionale  Lingua Madre, nato nel 2005, destinato alle donne straniere residenti in Italia.

Alle 21.30, al Teatro Civico di Castello, si parlerà dei Labirinti della criminalità organizzata: lo faranno, coordinati da Saverio Gaeta, Lirio Abbate (inviato speciale per il settimanale L’Espresso,  autore di inchieste giornalistiche sulle collusioni fra politica e malaffare, Cosa Nostra e ‘ndrangheta), Claudio Fava (giornalista, deputato alla Camera e vicepresidente della Commissione antimafia, figlio di Giuseppe, che nel 1984 venne assassinato dalla mafia) e Gaetano Savatteri, giornalista del Tg5.

Massimo Recalcati, noto psicoanalista lacaniano (segue la teoria psicoanalitica di Jacques Lacan), disserterà, alle 22,30 al Bastione Saint Remy, su Il gioco della vita amorosa. “Non è più come prima. Elogio del perdono nella vita amorosa”, il titolo del suo ultimo libro. Francesco Cataluccio chiuderà la serata (alle 23, al Teatro Civico di Castello) “entrando”, dopo Firenze, nei tesori dell’arte di Milano con A nascondino tra i musei parte II: Brera.

L’incontro Imparare   fuori   dai  canoni   (anche)   con  il   gioco aprirà, sabato  7, la   terza   giornata  di “Leggendo Metropolitano” (alle 18, Chiostro Facoltà Architettura). Ricerca e sviluppo nel mondo della scuola   e   della   formazione:   a   confronto,   coordinati   da   Marco   Balzano, Giovanni   Biondi,   capo dipartimento per la Programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali del Miur, Andrea Benassi, esperto di tecnologia digitale applicata alla didattica, Anna Rita Vizzari, insegnante di lettere nella scuola secondaria.

Alle 19, al Bastione Santa Croce, Il gioco del silenzio: Nicoletta Polla Mattiot, giornalista e saggista, fondatrice, con Duccio Demetrio, dell’Accademia del silenzio, scuola di pedagogia e comunicazione del silenzio, incontrerà Massimo Cuomo, scrittore e imprenditore nel settore della pubblicità on line, e l’autore catalano Pedro Zarraluki.

A seguire,  alle 19.30 (Chiostro Facoltà Architettura), tavola rotonda fra architetti in Playground! Perchè giocare insieme salverà le città: Ilene Steingut, direttore della sede di Cagliari dell’Istituto Europeo di Design, dialogherà con Alberto Iacovoni e Matteo Uguzzoni.

Domenico Quirico, reporter e caposervizio esteri de La Stampa (nell’ aprile del 2013 è stato rapito in Siria e liberato dopo cinque mesi di prigionia, esperienza raccontata in Il paese del male. 152 giorni in ostaggio in Siria), discuterà di guerre in War games con quella che è stata riconosciuta dalla critica spagnola come una delle maggiori scrittrici contemporanee, la barcellonese Clara Usòn (alle 20.30, al Bastione Santa Croce). Condurrà l’incontro Cesare Martinetti, vicedirettore de La Stampa.

Alle   21,   al   Teatro   Civico   di   Castello,   Saverio   Gaeta   farà   compagnia   al   giornalista Roberto Napoletano in Viaggio in Italia. Il direttore de Il Sole 24 Ore ha pubblicato, proprio in questi giorni, per Rizzoli il suo ultimo libro “Viaggio in Italia. I luoghi, le emozioni, il coraggio di un paese che soffre ma non si arrende”. Passavamo sulla terra leggeri come… l’acqua, è il titolo dell’incontro che vedrà protagonista Assaf Gavron, considerato una delle voci più originali della nuova letteratura israeliana (alle 21.30, Chiostro Facoltà di Architettura). Con lui, autore, fra gli altri, di “Idromania” (pubblicato in Italia da Giuntina nel 2013), moderati da Sergio Benoni, Antonio Vernier, che è stato docente di Geologia Applicata nella Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cagliari.

Alle 22.30 sbarcherà nel Piazzale del Bastione di Saint Remy Jonathan Lethem, scrittore e saggista statunitense. Parlerà con Michele De Mieri del tema La letteratura come gioco. Le esperienze infantili e adolescenziali nella Brooklyn degli anni Sessanta e  Settanta gli hanno fornito materiale prezioso per il suo romanzo di maggior successo, La fortezza della solitudine.

Ancora Francesco Cataluccio, alle 23, al Teatro Civico di Castello, per “andare” a Venezia in un altro prestigioso museo italiano: A nascondino tra i musei parte III: Gallerie dell’Accademia.

Il sipario su “Leggendo Metropolitano” calerà domenica 8 giugno, in una serata ancora ricca di appuntamenti. Si partirà con Donne che cucinano la vita. Tra giochi, speranza e felicità, la cultura femminile del nutrimento (alle 18, Chiostro Facoltà Architettura). Daniela Finocchi e Nicoletta Polla Mattiot   dialogheranno   con Laura   Malaterra,   regista,   attrice   e   autrice   di   diversi   testi   teatrali.

Interverranno   Domenico   Castaldo   e   LabPerm,     il Laboratorio   Permanente   di   Ricerca   sull’Arte dell’Attore, condurrà Saverio Gaeta.

Si parlerà di Parole in gioco, alle 19, al Bastione Santa Croce. E chi potrebbe farlo se non Stefano Bartezzaghi,   l’enigmista   per   eccellenza?   Anche   saggista,   collabora   con   La   Repubblica   e L’Espresso, insegna Teorie della creatività e Semiotica all’università Iulm di Milano. I suoi libri più recenti: Scrittori giocatori (2010), Come dire (2011), Dando buca a Godot (2012), Il falò delle novità (2013), Anche meno (2014).

Alle 19.30, al Teatro Civico di Castello, Fahrenheit 451. È possibile un futuro senza libri? Gian Arturo Ferrari incontrerà Andrea Kerbaker, scrittore, saggista, esperto di “storia del libro”. Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Giovanni Agnelli, specializzata nella ricerca su istruzione e formazione, coordinerà Gli ingranaggi della scuola, (alle 20, Chiostro Facoltà Architettura), incontro fra insegnanti, ricercatori, dirigenti scolastici: Silvia Dai Prà, Adriana Di Liberto, Vanni Mameli, Paolo Odasso.

Cellule staminali: tra gioco e realtà: c’è un argomento scientifico di stringente attualità al centro del dialogo che avrà come palcoscenico, alle 20.30, il Bastione Santa Croce. Protagonisti, moderati da Cesare Martinetti, saranno Vladimiro Zagrebelsky e Gianvito Martino. Il primo è stato componente del Consiglio Superiore della Magistratura, giudice della Corte europea dei diritti dell’uomo, è socio corrispondente dell’Accademia delle Scienze di Torino e dal 2010 direttore del Laboratorio dei Diritti Fondamentali di Torino. Il secondo dirige la Divisione di Neuroscienze dell’Istituto Scientifico San Raffaele   di   Milano,   è   stato   tra   i   fondatori   dell’Associazione   Italiana   di   Neuroimmunologia   e dell’European School of Neuroimmunology, è tra i fondatori di BergamoScienza.

Alle 21, al Teatro Civico di Castello, “va in scena” Le trame della sensualità, eros e letteratura. “Attori” saranno la scrittrice spagnola Lola Beccaria (con Feltrinelli ha pubblicato quest’anno “Basta non dire ti amo”)  e James Lasdun, londinese adottato dagli Stati Uniti, dove insegna scrittura creativa alla Princeton University del New Jersey e alla New School di New York (è autore de L’Assedio, da cui è stato tratto l’omonimo film di Bernardo Bertolucci e nel 2014 con Bompiani ha pubblicato “Dammi tutto quello che hai”). Condurrà Davide Ruffinengo.

Alle   22.30,   nel   piazzale   del   Bastione   Saint   Remy, incontro   di   chiusura del   festival.   L’ospite protagonista del finale di Leggendo Metropolitano 2014 (lo scorso anno fu Roberto Saviano) verrà comunicato dall’Organizzazione Prohairesis in seguito.

CODER DOJO. “Leggendo Metropolitano” dà spazio quest’anno anche alle attività ludico-formative per i bambini.  L’appuntamento sarà al centro d’arte e cultura Il Ghetto, in via Santa Croce, con Coder Dojo Cagliari, un laboratorio di creatività informatica e di programmazione giocosa, che si ispira al movimento internazionale Coder Dojo. Giovedì 5, venerdì 6 (per bambini dai 7 ai10 anni) e sabato 7 giugno (per ragazzi dai 10 ai 13 anni), dalle 18 alle 20.30, si cercherà di avvicinare bambini e   ragazzi   all’arte   della   programmazione   in   maniera   informale   e   divertente.   Durante   l’incontro verranno fornite le indicazioni principali per imparare a creare un semplice gioco con il programma Scratch. Poi i bambini dovranno realizzare una loro animazione da soli. Tutti i partecipanti dovranno essere accompagnati da un genitore. Durante il Coder Dojo i partecipanti saranno seguiti da Pier Giuliano Nioi e Fabrizio Pedes e con la voglia di giocare dovranno portare un computer portatile o un tablet   con   installato   il   programma   Scratch   (http://scratch.mit.edu/scratch2download).

Per informazioni e iscrizioni (la prenotazione è obbligatoria): coderdojocagliari@gmail.com

 

Per tutte le informazioni sul festival: www.leggendometropolitano.it

Facebook: https://it-it.facebook.com/LeggendoMetropolitano

Twitter: https://twitter.com/LeggendoM tag: #LM14

Instagram: http://instagram.com/leggendom#

Google+: https://plus.google.com/b/110868101260714667930/110868101260714667930/about

 

UFFICIO  STAMPA:

Massimiliano Messina

ufficiostampa@leggendometropolitano.it max.messina1@gmail.com

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*