Firenze: domani al via “Petit Glue”, rassegna teatrale per bambini

L’Associazione Culturale GLUE,
in collaborazione con l’U.S. Affrico
e con il patrocinio del Quartiere 2 – Comune di Firenze

PRESENTA

LE PETIT GLUE

[teatro per i piccoli]

sabato 1, 8, 15 dicembre 2012 e 12, 19 e 26 gennaio 2013

[ore 16.30 merenda – ore 17.00 spettacolo]

@ GLUE Alternative Concept Space

viale Manfredo Fanti, 20 – Firenze

[contatti: teatro@gluefirenze.com]

 

Ingresso gratuito per i bambini
I bambini dovranno essere accompagnati da un adulto (max 3 bambini per 1 adulto)

L’adulto dovrà essere possessore di tessera Glue/U.S. Affrico

Il costo della tessera è di 13€, è valida fino al 31/08/2013 e dà diritto all’INGRESSO GRATUITO
a tutti gli spettacoli organizzati presso il Glue per tutta la durata di validità

(modalità di tesseramento: http://www.gluefirenze.com/ alla voce “tesseramento”)

Per ogni tessera socio rilasciata durante la rassegna, verranno versati € 2,00 in beneficenza
alla Fondazione dell’Ospedale Pediatrico “Anna Meyer” ONLUS

Evento certificato per beneficenza a favore della Fondazione Meyer ONLUS

***

Il Glue si fa piccino-picciò e diventa Petit Glue! Altro…

 

La rassegna teatrale Petit Glue è ormai giunta con successo al suo terzo anno di vita e gli appuntamenti da cinque diventano sei!

Il sabato pomeriggio (tre volte a dicembre, tre a gennaio) il Glue torna ad offrire – attraverso una serie di spettacoli teatrali di qualità messi in scena da compagnie professioniste – sei occasioni di divertimento unite a scopi didattici.

La mera funzione di svago si sposa così ad una valenza educativa.

Prima di ogni spettacolo, alle 16.30, viene servita una deliziosa merenda ai piccoli.
La merenda viene gentilmente offerta da
MUKKI.


Gli
spettacoli hanno inizio alle ore 17.00 e la loro durata non supera mai l’ora.

 

***

PROGRAMMA

 1. sabato 1 dicembre 2012

LA VALIGIA DEI SOGNI

La Compagnia Folle Mente presenta: “La valigia dei sogni”

“La valigia dei sogni” è uno spettacolo dolce e divertente che ruba al varietà la leggerezza e alla musica l’emozione, un cabaret che tenta di far sognare bambini di ogni età.

Un giovane artista squattrinato ed una diva d’altri tempi mancata, prendendo per mano i piccoli spettatori, aprono la porta ad un mondo dove è ancora possibile sognare, dove la vita vera si nasconde dietro una baracca, dove la poesia fa ridere e il riso commuove.

Così il tempo si ferma e strane creature cantano l’amore, il gioco, la poesia, svelando il cuore che batte dietro ogni creatura, perché basta soltanto crederci… e la magia diviene reale!

Pian piano, l’artista e la diva si scoprono inevitabili l’uno per l’altra…così come gli occhi curiosi dei bambini che brillano di fronte a quello strano mondo. Soltanto insieme a loro, come fossero una cosa sola, capiscono di poter volare, perché ci vogliono tanti cuori uniti insieme per poter volare… Perché volare da soli è solamente un’illusione…

Alle spalle di un clown ci stanno le stelle, dietro le stelle ci stanno i sogni…

***

2. sabato 8 dicembre 2012

MORIR DAL RIDERE

Teatrosfera presenta: “Morir dal ridere”

Uno spettacolo fatto apposta per esorcizzare le paure: Brivida e Spaventino, due fantastici clown, si faranno in quattro per raccontarci una storia paurosa, ma talmente paurosa, che ci farà morire tutti dal ridere!

***

3. sabato 15 dicembre 2012

LOLA E BILLY SHOW

Il Baule presenta: “Lola e Billy Show”

di e con Lis Grundmann e Sandro Picchianti

Spettacolo di clown allo stato puro. Lazzi e gag presentate con la maschera più piccola del mondo : il naso rosso.
Lola e Billy sono due maldestri amici che hanno bisogno l’uno dell’altro per presentare i loro numeri, ma la loro natura ‘naif’ rende tutto molto difficile. Un delizioso spettacolo che divertirà un pubblico dal cuore giovane e semplice.

***

4. sabato 12 gennaio 2013

SILENZIO NICOLINO

Il Piccolo Teatro Il Giardino dei Pupazzi presenta: “Silenzio Nicolino”
Spettacolo comico interattivo di burattini con musica dal vivo
di e con Anna Cisternino e Daniele Guaragna

Un viaggio fatto di lazzi e poesia alla ricerca del senso della musica che è in ognuno di noi, che va al di là di ogni strumento, che non smette mai di suonare, che non ci possiamo permettere di perdere.
Il prologo si sviluppa all’esterno della baracca con i due attori che raccontano sulle note dell’organetto la vicenda di Arturo, un piccolo struzzo-marionetta nato in mezzo al Silenzio.
La narrazione si sposta poi sulla baracca. Qui il piccolo Nicolino, amante della musica, in lotta ogni giorno contro la madre per riuscire a suonare, viene derubato della propria chitarra. È stato un orco, che si nutre della musica perché proviene dall’anima, e quindi ha più energia. Preso dal terrore e dallo sconforto, Nicolino decide comunque di mettersi alla ricerca del rapitore.
Durante il viaggio verrà aiutato da personaggi strampalati e soprattutto dai bambini del pubblico, che lo metteranno sulle tracce del rapitore per ritrovare il suo tesoro.
Lo spettacolo ha l’obiettivo di stimolare l’interesse dei bambini per la musica e gli strumenti musicali attraverso il linguaggio dei burattini e del clown.

 

***

5. sabato 19 gennaio 2013

GINO E LUNGALÙ

di e con Luisa Noli e Vanni Campo

Gino Il Grande è un sedicente acrobata, giocoliere, mago e grande artista di strada. Il suo spettacolo viene però continuamente interrotto dalla sua più grande fan, Lungalù, che dal pubblico lo disturba continuamente col suo incontenibile entusiasmo. Dai tentativi di Gino per liberarsi dell’ingombrante presenza di Lungalù scaturiranno situazioni comiche che avranno però l’effetto di avvicinare sentimentalmente i due.

Lo spettacolo, privo di dialoghi, è strutturato sul modello delle comiche cinematografiche, con un continuo commento musicale che accompagna lo svolgersi dell’azione scenica, e con alcune situazioni di coinvolgimento attivo del pubblico. Le gag proposte sono in parte creazioni originali, in parte rivisitazioni ed adattamenti di scene di autori classici (da Charlot a Franco e Ciccio), in parte ancora mutuate dal teatro di strada.

 

***

6. sabato 26 gennaio 2013

CLOWNFERENZA

La Lepre Pazza presenta “Clownferenza”, ovvero le meraviglie del cielo spiegate da due clown

Due clown, il professor Fresco e la professoressa Molletta, mettono in scena una divertentissima conferenza durante la quale vengono spiegate a grandi e bambini le basi dell’astronomia.

Ispirato alla tradizione classica del clown teatrale, “clownferenza” vede protagonisti un “clown bianco” ed un “augusto” che, attraverso malintesi, fraintendimenti continui, ed esilaranti gag, accompagnano gli spettatori in un viaggio surreale e poetico nel mondo degli astri e dei corpi celesti, fungendo da inusuale strumento (forse per questo accattivante) per la conoscenza della materia astronomica.

Clownferenza vuole stimolare nei bambini la curiosità verso materie ed argomenti considerati tradizionalmente ostici. L’astronomia, ma tutte le discipline scientifiche in genere, sono frequentemente percepite come materie aride nelle quali c’è poco spazio per la bellezza, per la poesia, per tutto ciò che riguarda la sfera delle emozioni umane.

I due clown con la goffaggine e la tenerezza che li contraddistingue nonché, e soprattutto, con la capacità di guardare il mondo attraverso gli occhi di un bambino, dimostrano che dietro ai numeri c’è l’armonia, che si può ridere delle caratteristiche dei pianeti e che ci si può commuovere in un viaggio sopra una scopa-razzo spaziale verso la Luna.

Uno stimolo, un invito a mettere qualche volta “il naso in su” per guardare oltre il nostro quotidiano, per sentirsi parte di un universo affascinante e incredibilmente più grande di noi, perché – come dicono Fresco e Molletta – alla fine dello spettacolo: “le stelle sono fatte per farci guardare il cielo!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.