Ultime

Il coro dei segni e una pizza 100% mafia-free

Accade in Emilia Romagna

Pin It

 

a2dfd86c7d

Forlimpopoli: Nicolas frequenta la seconda elementare e non sente. Come fare allora per l’esibizione del coro della scuola? Nessun problema, i bambini hanno cantato e mimato nel linguaggio dei segni la canzone ‘Come un pittore’ dei Modà, rendendo così partecipe Nicolas alla festa.

Fonte: Il Resto del Carlino

84cb5b0973

La trovate a Bologna in Via San Donato nella nuova pizzeria Masaniello.  In pratica tutti gli ingredienti delle pizze provengono da terre confiscate alla criminalità organizzata: la mozzarella dalle “Terre di Don Peppe Diana” di Castel Volturno nel casertano, dove una cooperativa ha riqualificato masserie e allevamenti appartenenti ai Casalesi; i friarelli sono prodotti dal consorzio Nuova cooperazione organizzata (Nco) di Aversa, così come i broccoli, la birra e tantissimi altri prodotti racchiusi sotto l’etichetta di Libera di don Ciotti. Da Luca e Marco potete anche lasciare una pizza “sospesa” per chi è in difficoltà economiche o donare qualche euro per aiutare il Coordinamento “Un seme per Enza e Tiberio Bentivoglio”, due imprenditori di Reggio Calabria che da anni sono sotto il mirino della ‘ndrangheta. La pizza è buonissima, in tutti i sensi.

Fonte: Cacaoonline

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*