Ultime

25 Novembre: No alla violenza contro le donne

Pin It

di Francesca Lippi


Oggi, 25 Novembre, si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. La data scelta per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno, non è casuale, infatti ricorda l’assassinio delle tre sorelle Mirabal, nella Repubblica Dominicana, durante il regime di Trujillo. Le sorelle Mirabal furono assassinate il 25 novembre 1960 perché si erano opposte alla tirannia del governo del generale Rafael Leonidas Trujillo.

Anche se in Italia i femminicidi sono in diminuzione di un 8% negli ultimi mesi, rispetto allo scorso anno, i 14 milioni di atti violenti nei confronti delle donne rappresentano, comunque, una cifra a dir poco vergognosa. La campagna di sensibilizzazione punta sui maschi, poiché una donna su tre, secondo le statistiche, ha subito violenza fisica, psicologica, sessuale e, nella maggioranza dei casi, questa violenza è esercitata da un partner o da un familiare.

Il 25 novembre segna l’inizio degli Orange Days (che si concludono il 10 dicembre 2014 nella Giornata Onu per i Diritti Umani): stavolta il tema è “Orange Your ‘Hood”, colora di arancio il tuo quartiere, per una sensibilizzazione capillare e globale che è partita da New York dove l’Empire State Building e il Palazzo di Vetro si sono illuminati all’unisono di arancio.

Il Granello di Sale, associazione che edita questo giornale e che si occupa di donne con le sue case alloggio in Toscana, partecipa alla “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” e ringrazia il MEI (Meeting Etichette Indipendenti) per aver offerto l’opportunità di presentare il brano “Salindé” scritto per denunciare l’aberrante pratica dell’infibulazione.
Qui di seguito il link:
http://www.meiweb.it/salinde-un-brano-per-dire-basta-alle-mutilazioni-genitali-femminili/

Pin It

1 Commento su 25 Novembre: No alla violenza contro le donne

  1. Lucia Bonanni // 25 Novembre 2014 a 12:29 //

    Grazie a tutta la Redazione per la sensibilità e l’impegno.
    Un saluto
    Lucia

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*