Ultime

VIII Festival “L’Ora di Teatro”: seconda giornata al Rassicurati di Montecarlo

Domani il laboratorio-spettacolo “I viaggi di Gulliver” e lo spettacolo “Il seggio”.

Pin It

Domenica 13 novembre, a partire dalle ore 16, al Teatro dei Rassicurati di Montecarlo si terrà la seconda giornata dell’ottava edizione del Festival Nazionale Città di Montecarlo “L’Ora di Teatro – Un Sipario aperto sul Sociale” organizzato dalla F.I.T.A. – Comitato Provinciale di Lucca in collaborazione con il Comune di Montecarlo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

 

Alle ore 16:00, il laboratorio

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PORCARI – SCUOLA PRIMARIA “GIORGIO LA PIRA” / Porcari

I VIAGGI DI GULLIVER” ispirato all’omonimo romanzo di Jonathan Swift

Un intero vascello, popolato da laboriosi esseri umani, affronta un lungo viaggio per mare, durante il quale deve però soccombere in un terribile naufragio. Il Dottor Gulliver, medico di bordo e unico sopravvissuto, approda a stento a terre nuove e misteriose. Dapprima conosce il paese di Lilliput, dove minuscoli esseri litigiosi e infidi mettono a dura prova la sua pazienza; poi raggiunge la terra di Brobdingnag, abitata da esseri giganteschi, dove Gulliver si salva a stento dai continui attentati orditi contro di lui dal Mago Sgrek. Gulliver vive, e noi con lui, un’epopea attraverso i mari che ricorda lo spaesamento e lo sradicamento di un migrante, ma accompagnata dall’ottimismo incrollabile dell’avventuriero. Perché alla fine, un altro vascello (o lo stesso) lo ripescherà dalle onde per condurlo verso nuovi lidi e nuove conoscenze.

Con la partecipazione degli alunni e con la collaborazione delle insegnanti delle classi quinte dell’anno scolastico 2015/2016

Regia di GIOVANNI FEDELI e ELISA D’AGOSTINO

 

la compagnia gatte da pelare nello spettacoloil seggioA seguire, dalle ore 17:30 circa, in concorso

COMPAGNIA TEATRALE GATTE DA PELARE / Barberino Di Mugello

IL SEGGIO” di Daniel Mugnai e Giulia Gianassi

Una famiglia, la guerra, gli anni di piombo, Moro, Berlinguer. Anni difficili, pranzi di famiglia. La nostra vita che si snoda durante mezzo secolo di elezioni. Per non perdere di vista il punto da cui il Paese è partito. Dopo due anni di lavoro intenso, nasce la storia di una famiglia che assomiglia un po’ a quella di molte famiglie italiane. Perché un Paese senza memoria, è un Paese senza futuro.

Attraverso le parole di una signora 96 enne, che avverte su di sé il peso del tempo trascorso e dei tanti cambiamenti susseguitisi, vengono ricostruite alcune tappe fondamentali del Bel Paese: dalla resistenza partigiana alla prima volta al voto delle donne nel 1946, dall’avvento della Democrazia Cristiana alla diffusione della televisione, e poi ancora gli anni di piombo, la morte di Aldo Moro, fino alla ribalta di nuove figure della scena politica nazionale.

Le vicende vengono rievocate all’interno di un seggio elettorale, che si fa testimone della Storia che scorre.

E tra elezioni, svolte epocali come le leggi sul divorzio e sull’aborto, scontri generazionali e incomprensioni sociali, scorre la vita di una umile famiglia di cinque persone, che resta unita nonostante le avversità quotidiane.

La narratrice si fa portavoce di tutto questo, come donna, moglie, madre ma soprattutto cittadina attiva, da sempre sostenitrice di quel concetto che Giorgio Gaber così sintetizzò: “Libertà è partecipazione”.

Con Alla Munchenbach / Nilde, Andrea Riglione / Benito, Antonella Albanese / Giornalista del TG, Daniela Ripesi / Scrutatrice, Daniel Mugnai / Gino, Iole Spinnato / Scrutatrice, Giulia Gianassi / Ada vecchia, Laura Frascati / Anna, Aldo Gattoni / Scrutatore, Paola Nardi / Presidentessa seggioTraduttrice lingua dei segni, Valeria Carpini / Ada giovane

Costumi: Manuela Del Panta

Tecnico luci e audio: Lorenzo Rossi

Ricerca e montaggio video: Leonardo Giannini, Daniel Mugnai

Regia di GIULIA GIANASSI, VALERIA CARPINI, DANIEL MUGNAI

 

Note di servizio

Il biglietto d’ingresso per l’intero pomeriggio costa € 7,00 (€ 4,00 per bambini dai 7 ai 12 anni).

Per informazioni e prenotazioni, si può contattare Rita al numero 320/6320032 o alla casella di posta elettronica fitalucca@gmail.com.

I programmi delle rassegne organizzate dalla F.I.T.A. Lucca sono consultabili sul sito www.fitalucca.it o sulla pagina Facebook Federazione Teatro Amatori Lucca.

 

Fonte Ufficio stampa F.I.T.A. Lucca – Rita Nelli

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*