Toscana: Maltempo 18 agosto, il Mugello fa la conta dei danni

Borgo San Lorenzo

Il forte vento e i nubifragi che hanno colpito anche il Mugello nella giornata del 18 agosto, hanno causato criticità in molti dei Comuni dell’Unione che hanno dovuto fare i conti con alberi caduti, danni a tetti e strutture, cartelli stradali e insegne divelte e disseti idrogeologici.

I maggiori problemi sono stati causati dalle forti raffiche di vento, anche vicino ai 100 kmh, che hanno buttato giù piante e rami andati ad ostruire le sedi stradali, su cui sono prontamente intervenute squadre di Cantieri comunali, Protezione Civile, Associazioni e Vigili del Fuoco, coadiuvate dalla Polizia Municipale.

I Sindaci dei Comuni del territorio ringraziano tutto il personale e i volontari che si sono adoperati per la salvaguardia dei cittadini e il ripristino delle criticità.

Ancora oggi, l’Ufficio Associato di Protezione Civile del Mugello e gli Uffici tecnici dei vari Comuni, sono impegnati nella ricognizione dei danni.

I report dai Comuni.

BORGO SAN LORENZO

Numerose segnalazioni per alberi che hanno interrotto anche importanti arterie di collegamento. Piante sono cadute sulla SP41 Sagginalese, Viale Europa Unita, San Giovanni, Pulicciano, Salaiole, Sr 302 Faentina, pista ecoturistica, rami e detriti hanno invaso vie e strade secondarie. A metà pomeriggio le viabilità risultavano già tutte riaperte grazie all’intervento del Cantiere comunale, della Vab e dei Vigili del Fuoco. Sono state registrate parziali mancanze di energia elettrica prontamente risolte dai gestori, mentre danni sono stati segnalati a tetti e coperture, oltre a grondaie come alla Chiesa di Montefloscoli.

BARBERINO DI MUGELLO

A Montecarelli un albero è caduto su un’auto causando per fortuna solo importanti danni materiali. Anche Barberino ha registrato la caduta di alberi e rami lungo le strade e nei parchi.

SCARPERIA E SAN PIERO

Viabilità interrotta anche a Scarperia e San Piero con interessamento della 551 Traversa del Mugello dove sono stati registrati alberi e rami caduti così come sono caduti alberi lungo la Strada Comunale che porta al Convento di Bosco ai Frati, sulla Comunale Di Gabbiano, nell’area industriale di Piavallico, in località Palagio e in alcuni giardini. Danni sono stati registrati a tetti e coperture come a quella del Cantiere comunale, del Cinema Garibaldi e di alcuni cimiteri. Piccoli allagamenti sono stati registrati nel centro storico, mentre nelle aree periferiche sono stati segnalati aggravamenti di movimenti franosi, dilavamento di viabilità e danni a strutture.

FIRENZUOLA

A Firenzuola, oltre alla caduta di alberi e rami, la criticità più importante è stata registrata in località Pianaccia dove una pianta, venendo giù, ha impattato i fili della corrente causando balckout.

DICOMANO

Alberi e detriti hanno causato problemi alla viabilità. Alcune strade secondarie risultano interdette in attesa di interventi da parte di privati, mentre le strade principali sono state liberate dagli operai comunali prontamente intervenuti

VICCHIO

Anche qui le forti raffiche di vento, hanno causato caduta di alberi e grossi rami.

Il Presidente dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello ringrazia i volontari, i dipendenti dei Comuni, la Protezione Civile, Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco, che con il loro intervento immediato hanno permesso di limitare i disagi causati da questo ennesimo evento estremo che ci ricorda, ancora una volta, come sia sempre più urgente applicare una concreta politica per la lotta ai cambiamenti climatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.