Salvaguardare l’ambiente e risparmiare con l’impianto fotovoltaico

Salvaguardare l’ambiente e risparmiare con l’impianto fotovoltaico

 

 

 

 

Pannelli fotovoltaici, si o no? Questo è il dilemma per moltissime persone che ancora oggi si pongono la domanda se è conveniente installarli o meno.

Di sicuro i prezzi in Italia in questi ultimi anni sono calati di parecchio, più specificatamente, quasi di un terzo negli ultimi tre anni.

 

Scegliere il fotovoltaico dunque, conviene ancora.

Infatti sono sempre di più le famiglie, ma anche le imprese a voler installare un impianto fotovoltaico. Le motivazioni possono essere diverse.

 

Dal punto di vista economico la scelta di installare dei pannelli fotovoltaici permette un risparmio di denaro nel medio-lungo tempo, rispetto all’acquisto di energia elettrica in bolletta. Ma a fronte di un investimento iniziale, che non è più oneroso come un tempo, per mezzo dell’energia prodotta dagli stessi è possibile recuperare la spesa nel corso della vita dell’impianto.

 

Inoltre, c’è da considerare un altro aspetto: è noto quasi a tutti che l’energia è ricavata da fonti fossili, quindi è chiaro che il prezzo nel corso degli anni tenderà via, via ad aumentare sempre di più, investire nel solare dunque, si rivela la scelta più conveniente da fare. Ma i vantaggi che spingono al giorno d’oggi molte persone ad installare pannelli fotovoltaici non sono solo di natura economica, ma anche ambientale. Ebbene, è stato appurato che prendendo in considerazione l’utilizzo di fonti rinnovabili, le emissioni di anidride carbonica e tutte le conseguenze ad essa legata vengono abbattute.

 

Un altro vantaggio tuttavia, deriva dalla loro capacità di aumentare il valore degli immobili.

 

Cosa significa questo? E’ molto semplice: visto e considerato che si tratta di un sistema di miglioramento energetico della propria abitazione, passare al fotovoltaico significa aumentare il valore nonché l’efficienza energetica della propria casa.

 

Ovviamente non basta mettere i pannelli sul tetto di casa e tutto finisce là, ma per trarre tutti i benefici possibili ed immaginabili bisogna usarli in modo intelligente.

 

In che modo?

Ottimizzando l’autoconsumo fotovoltaico, si ottiene un più rapido ritorno economico dall’investimento, grazie ai maggiori risparmi generati per l’utente stesso.

Quanto più autoconsumo si sarà capaci di realizzare, tanto più l’investimento fotovoltaico sarà conveniente.

Considerando poi che la vita media di un pannello è di circa 20-25 anni, i primi 5-7 anni serviranno per rientrare dai costi dell’investimento iniziale, mentre nei successivi 13-15 anni costituiranno solo ed esclusivamente un buon guadagno.

 

In quale punto si può realizzare un impianto fotovoltaico?

In diversi punti è possibile situarlo: sui tetti a falde, sui tetti piani, direttamente sul terreno, su tettoie, sul terrazzo e su tutte le superfici esposte al sole.

L’orientamento ottimale per avere una migliore esposizione solare oltre che ad ottenere la massima resa è a Sud e l’inclinazione dei pannelli deve essere compresa tra i 30 e i 35 gradi.

 

In conclusione, per chi ha intenzione di installare pannelli fotovoltaici è fondamentale contattare solo ed esclusivamente aziende specializzate nel settore con rinomata e consolidata esperienza alle spalle, affinché garantiscano una maggiore sicurezza ed efficienza degli stessi.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*