L’angolo della poesia: Il sogno di una piccola buca” di Carlo Rossi

quaderno di poesie con fiori poggiati sopra

quaderno di poesie con fiori poggiati sopraOggi torniamo a proporvi una splendida poesia di Carlo Rossi.
Prima di lasciarvi in sua compagnia, però, vi ricordiamo che potete inviarci anche voi i vostri versi a info@ilmiogiornale.org

 

Il sogno di una piccola buca

 

Mentre sogno mi vedo come una piccola buca di terra

Che vuole contenere lo sterminato universo, e ti raccontavo mentre

Sul mio tavolino ancora c’è il tuo carillon fatto di cavalli su una giostra.

Respiro la mia nudità interiore come avvertimento

Al mio sogno che non sia sovrumano e

Ti guardo quando la luna esce allo scoperto

E mi sembra quasi di esserci sopra, lì davanti a questa grandezza

Che si manifesta di fronte alla torre.

Mi racconta dei nontiscordardime, delle lucciole di maggio

Delle passeggiate notturne da piccolo

Nella campagna vicino a casa nostra che ci accoglieva teneramente quasi consapevole

Del suo ruolo di custode della nostra fanciullesca grazia.

Ti attendo a letto mentre mi dici che stai lavorando

E sei connessa con il mondo, come la piccola buca di terra contieni

Un universo fatto d’amore mentre ancora il nostro piccolo lume

Non smette di emettere luce

Ti amo anche oltre i confini di me stesso

Della mia fisicità alienata dal quotidiano e ritrovo la chiave che apre la porta

Dei sogni, protesa sull’azzurro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*