Il ritorno di Freud in psicanalisi

Il ritorno di Freud in psicanalisi

 

Sabato mattina si è tenuta, nella sede della Scuola di Psicanalisi Freudiana in via Lentasio 7 a Milano, la presentazione della rivista Metapsychologica, il primo degli appuntamenti della stagione culturale 2019/2020. La rivista, edita da Edizioni L’Ornitorinco, sarà disponibile da novembre nelle
librerie e online in versione cartacea, e nei prossimi mesi anche in formato eBook.  Metapsychologica è aperta a collaborazioni esterne e promuove una call for papers per contributi originali di ricercatori indipendenti che abbiano svolto, o abbiano l’intenzione di svolgere, ricerche nell’interesse della psicanalisi come scienza.
Il progetto editoriale è espressione di una ricerca che la Scuola di Psicanalisi Freudiana porta avanti da anni, sotto la direzione scientifica di Franco Baldini, con lo scopo di ricondurre la psicanalisi ai suoi fondamenti razionalistici e naturalistici. Rivendicare pubblicamente l’importanza
dell’impronta scientifica che Freud aveva voluto fissare alla sua disciplina deriva dalla necessità di fare chiarezza nella grande confusione in cui versano oggi le scienze psicologiche in generale e la psicanalisi in particolare. Dal 1983 la Scuola si dedica alla ricerca in campo psicanalitico e alla formazione di psicanalisti laici; alla proliferazione incontrollata di numerosissimi indirizzi teorici
nel panorama psicanalitico contemporaneo, la Scuola ha da sempre contrapposto la necessità di
mantenere coerenza con gli assunti scientifici della metapsicologia, senza introdurre elementi
contraddittori. Questo approccio ha permesso alla SPF di perfezionare inaspettati sviluppi teorici
sulla struttura pulsionale del vivente: nel corso degli anni sono state prodotte idee nuove e
generative, in grado di dialogare con le più moderne scoperte neurofisiologiche e
biologiche; idee originali e inedite che trovano espressione negli articoli contenuti nel
primo numero di Metapsychologica, intitolato La razionalità freudiana.
Nell’incontro di sabato il direttore editoriale della rivista, Luca Salvador, ha inaugurato la
presentazione ponendo una domanda cruciale: “perché è importante tornare a Freud
oggi?”. Il suo intervento ha messo in evidenza che l’esigenza di fare chiarezza tra discipline e
metodi, senza togliere valore ad altri sviluppi, è fondamentale a rimarcarne la diversità. Il dott.
Salvador ha sottolineato che il controllo degli effetti suggestivi è da considerarsi l’elemento
caratterizzante del procedimento psicanalitico freudiano, ma che, a dispetto di questa centralità,
prima di Metapsychologica non aveva mai ricevuto una trattazione metodologica adeguata né
un’opportuna considerazione in ambito della teoria della tecnica.
Sul metodo di costruzione di una teoria è intervenuta Silvana Dalto, membro del comitato
scientifico. La Dalto ha indicato nella filosofia trascendentale gli elementi utili a definire una
teoria oggettiva sul funzionamento della mente. Ha mostrato molto bene come Freud,
mantenendo l’impostazione kantiana, riesca sia a conferire alla psicanalisi il rigore della scienza
razionale, sia a sostenere che il processo di costituzione dell’Io (costruzione dell’identità) è interno
al soggetto, perché avviene principalmente attraverso il ruolo delle pulsioni di autoconservazione.
Soffermandosi sulle dinamiche della genesi dell’Io, la Dalto ha dimostrato che la concezione
freudiana del soggetto è stata fonte d’incomprensione da parte di tutte le correnti che si sono
sviluppate nella psicanalisi dopo la morte di Freud; dall’Ego Psychology di Hartmann all’«io
alienato» lacaniano, le varie teorie dell’Io non sono state in grado di cogliere e rendere espliciti i
presupposti kantiani della concezione freudiana: attribuire spazialità alla funzione psichica del
soggetto e fornire un radicamento naturalistico oggettivo alle dinamiche che presiedono alla sua
costituzione.Gabriele Lami, matematico e collaboratore della SPF, è intervenuto in merito al rapporto tra metapsicologia e matematica, e al suo tentativo di formalizzare la metapsicologia partendo dalle
tre dimensioni principali: topica, economica e dinamica. Ciascuna di esse richiede un trattamento
formale specifico, anche se lo scopo è di fornire una visione unificata e coerente. L’autore ha
accennato al suo lavoro contenuto in questo primo numero mostrando le numerose analogie,
che sorgono piuttosto spontaneamente ma non sono casuali, tra strutture algebriche e
fenomeni psichici come lapsus e sogni, in cui è possibile evidenziare il rapporto tra i processi di
elaborazione primari e secondari.
Franco Baldini ha concluso l’incontro soffermandosi sul ruolo della tecnica nella clinica. Il
fondatore della Scuola di Psicanalisi Freudiana ha sottolineato che Freud dedica alla clinica meno
di 100 pagine, trovandolo un argomento estremamente complesso da teorizzare, ma le trattazioni
successive segnano un proliferare della tecnica che produce invece manuali di centinaia di pagine. Baldini ha chiaramente mostrato che la complessità dei casi reali nei trattamenti psicanalitici non
può essere ricondotta a una catalogazione casistica, il che ha svelato come questi tomi sulla
tecnica siano più frutto della necessità prescrittiva propria della trattatistica che del
perfezionamento tecnico della clinica. È stato chiarito che la psicanalisi sviluppa una clinica
finalizzata all’indagine e non alla guarigione, in grado di combinare creatività e rigore
metodologico, e che questo è l’unico modo per rendere possibile una teoria che sia
propriamente clinica pur rimanendo all’interno dell’ambito scientifico. Da aggiungere che il
Baldini firma un suo articolo nel primo numero di Metapsychologica, in cui si sofferma su alcuni
passi cruciali dei testi di Freud e sul loro completo fraintendimento da parte di Lacan:
fraintendimento tanto più problematico, in quanto va a colpire il concetto più fondamentale della
teoria psicanalitica. Ricordiamo che gli appuntamenti della Scuola di Psicanalisi Freudiana proseguiranno per tutto il 2019/2020 con conferenze, seminari, dibattiti, tavole rotonde e gruppi di studio, rivolti a tutti coloro che hanno interesse per la psicanalisi e il suo approfondimento. Il prossimo incontro è programmato per sabato 9 novembre alle ore 17, nella sede di via Lentasio 7, con un seminario di approfondimento sul ritorno di Freud in psicanalisi tenuto da Franco Baldini.
INFORMAZIONI
Scuola di Psicanalisi Freudiana
Mail: info@scuoladipsicanalisifreudiana.it
Siti: scuoladipsicanalisifreudiana.it | metapsychologica.it
Ufficio stampa
Pamela Cagna -Micaela Mezzabotta

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*