Ultime

Il Prograf deve essere fornito gratuitamente ai trapiantati

Pin It

Riceviamo da Giuseppe Argiolas, presidente della Prometeo Aitf Onlus, un’importante comunicazione per i trapiantati relativa al farmaco “salvavita” Prograf:

Si comunica a tutti i trapiantati che sono in trattamento con il farmaco immunosoppressore e salvavita Prograf che, a fronte delle richieste avanzate da alcune farmacie dell’Hinterland di Cagliari e del Sulcis del pagamento di una quota per la fornitura del farmaco in oggetto, tutti i pazienti devono richiedere al farmacista  l’applicazione di quanto disposto dall’A.I.F.A. (Ministero della Salute) e recepito da un accordo, stipulato per le vie brevi, tra l’Assessorato Regionale alla  Sanità della Sardegna e Federfarma,  che organizza la quasi totalità dei farmacisti italiani (vedi Circolare N. 50 del 24 Febbraio 2012), dove si indica che: il farmaco deve essere distribuito in regime di S.S.N.,  senza riscuotere mai alcuna quota aggiuntiva.

Pertanto i pazienti trapiantati sono invitati a dialogare con il/la  farmacista affinché possa essere applicata la norma così come codificata dall’A.I.F.A. e dalla Regione Sardegna senza pagare nessun contributo aggiuntivo. Si specifica inoltre che tutti i pazienti trapiantati di fegato che sono  trattati con il Prograf dal Centro Trapianti di Fegato dell’ospedale “G. Brotzu” di Cagliari  sono tenuti a richiedere solo ed esclusivamente quel medicinale e non devono, per motivi esclusivamente sanitari, accettare il farmaco (generico) sostitutivo che potrebbe eventualmente essere proposto, magari in buona fede, dal farmacista. Come Associazione dei trapiantati Vi comunichiamo che abbiamo già preso contatto, per opportuna informazione, con i sanitari della Chirurgia Generale del “G. Brotzu” per quanto sopra e che questi ci hanno pregato di procedere come Associazione di trapiantati portando a conoscenza di tutti i pazienti la norma in questione, affinché nessun paziente possa correre il rischio di rimanere senza immunosoppressore .

RICHIEDIAMO UN ACCORDO SCRITTO PER LA FORNITURA DEL PROGRAF

Come Associazione che vuole assicurare a tutti  i trapiantati la garanzia delle cure con il Prograf, considerate le raccomandazioni dell’Agenzia del Farmaco (A.I.F.A.), sentiti diversi dirigenti dell’Associazione dei farmacisti sardi Federfarma,  che da subito sono venuti incontro ai pazienti trapiantanti dando di fatto (accordo per vie brevi)  il farmaco in oggetto,  chiediamo con urgenza che l’Assessore alla Sanità, Simona De Francisci,  si faccia carico del problema,  arrivando in tempi rapidissimi alla firma di un accordo scritto  che dia garanzia di cura ai pazienti e,  allo stesso tempo, dia a tutti i farmacisti la possibilità di poter lavorare con serenità, senza avere la spada di Damocle di un ipotetico riconoscimento o meno della quota a carico del S.S.N.

 

IL PRESIDENTE

Giuseppe Argiolas

 

Circolare n. 50 del 24 febbraio 2012 [file.pdf]

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*