I Giovedì della Poesia: “Soldato” di Vincenzo Alfredo Insolera

SOLDATO

Hai colmato la tua pochezza.
Uomo.
Nel pugno una bomba.
Un mitra alle spalle.
Avanzi sicuro.
Forte.
Dietro ad un carro.
I cingoli sono la tua canzone.
Non vedi intorno la tristezza.
Le macerie sono il tuo vanto.
I morti, la tua vittoria.
Non hai fratelli nel genere umano.
Soltanto bersagli.
Trofei al tuo orgoglio.

Ma combatti una guerra
per l’altrui potere.
E già nella divisa che indossi
è tutta la tua sconfitta.
Nella morte che dai
è la tua dannazione.

Passerai.

E sarai un niente.
Nemmeno
lo sputo di un bimbo.

Vincenzo Alfredo Insolera

Vincenzo Alfredo Insolera nasce a Lentini nel giugno 1953. Consegue la maturità classica e la laurea in Scienze Biologiche. Esercita le professioni di erborista, nutrizionista, naturopata, iridologo, aromaterapeuta. È stato conferenziere per conto di famose multinazionali.  I suoi interessi sono stati e sono molteplici: recitazione e regia teatrale, scenografia e sceneggiatura, pittura e fotografia, musica. Ha costituito cooperative di lavoro ed associazioni culturali ed ha avuto l’opportunità di conoscere e confrontarsi con artisti e personalità di fama nazionale ed internazionale. Costante nella sua vita è, comunque, la scrittura; scrive, infatti, dall’età di tredici anni e non ha mai smesso. Il suo severo senso di autocritica non gli ha permesso la pubblicazione dei suoi lavori, pur tanti; soltanto dopo più di cinquanta anni sono maturati in lui il coraggio e la voglia.   

1 thought on “I Giovedì della Poesia: “Soldato” di Vincenzo Alfredo Insolera

  1. Questa poesia mi porta alla catastrofe che stiamo vivendo… La guerra…. Le tue parole colpiscono come un macigno…
    Grazie Enzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.