Ultime

“Gatte da pelare” al teatro Giotto di Vicchio di Mugello ed è tutta una risata!

Pin It

Non avevano mai calcato il palcoscenico di Vicchio, ma sabato scorso lo hanno fatto. Stiamo parlando della compagnia teatrale “Le gatte da pelare” che al teatro Giotto di Vicchio di Mugello, appunto, hanno presentato lo spettacolo “Festa di compleanno” per la regia di Giulia Gianassi. Scritto dalla stessa Gianassi con Daniel Mugnai, la pièce si incentra sull’essere genitori e su ciò che questo ruolo, così difficile da svolgere, comporta. Gli autori hanno analizzato, anche per probabile esperienza personale, le figure genitoriali nella vita di tutti i giorni e ne hanno realizzato delle parodie tragicomiche che spesso sono scivolate nel grottesco con momenti davvero esilaranti; anche se inizialmente è sembrato mancasse il mordente necessario per coinvolgere davvero il pubblico  fino in fondo. Tutto sommato l’estremizzazione del concetto di genitori  calati in  contesti multiculturali così diversi tra loro ha offerto, tra una risata e l’altra,  solidi spunti di riflessione allo spettatore. Concludendo in modo dignitoso, almeno fino a gennaio quando riprenderanno gli spettacoli, la rassegna “Teatro OFF- L’arte della Commedia in Mugello”.

La storia

E’ il compleanno della piccola Sofia che compie 5 anni. La mamma invita i suoi amichetti e mentre i bambini, che in scena non si vedono, giocano, i genitori si intrattengono tra loro tra una tisana ed un frullato salutista offerti dalla madre di Sofia. Ognuno presenta le proprie caratteristiche e manie, ognuno è calato nel proprio ruolo e sfila davanti al pubblico che, molto probabilmente, si identifica con ognuno poiché questi, pur se ovviamente in maniera meno enfatica, appartiene alla vita quotidiana di tutti e lo si riconosce con facilità. Ed i pettegolezzi, le chiacchiere, le frustrazioni e gli obiettivi si rincorreranno rimbalzando da un protagonista all’altro con l’insofferenza e a tratti l’intolleranza che caratterizzano i giorni nostri. (F:L.)

 

 

 

 

 

 

 

 

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*