Firenze: "L'attimo fuggente" al teatrodante Carlo Monni

Firenze: "L'attimo fuggente" al teatrodante Carlo Monni

Martedì 14 gennaio alle 21 al Teatrodante Carlo Monni (piazza Dante, 23)

Capitano, mio Capitano!”: sarà Ettore Bassi, nella straordinaria storia di amicizia che lega insegnanti e allievi, a vestire i panni del professor Keating nello spettacolo “L’attimo fuggente”, in programma martedì 14 gennaio al Teatrodante Carlo Monni (piazza Dante 23 a Campi Bisenzio, ore 21.00). A completare il cast, sul palco, diretti da Marco Iacomelli, gli attori Mimmo Chianese, Marco Massari, Matteo Vignati, Alessio Ruzzante, Matteo Napoletano, Matteo Sangalli, Leonardo Larini, Edoardo Tagliaferri e Sara Giacci.

 “L’Attimo Fuggente è una storia d’amore. Amore per la poesia, per il libero pensiero, per la vita” – si legge tra le note di regia.  “Quell’amore che ci fa aiutare il prossimo a eccellere, non secondo i dettami sociali strutturati e imposti ma seguendo le proprie passioni, pulsioni, slanci magnifici e talvolta irrazionali. Seguendo quegli Yawp che spingono un uomo a lottare per conquistare la donna amata, a compiere imprese per raggiungere i tetti del mondo, a combattere per la giustizia con la non violenza”.

“A trent’anni dal debutto cinematografico – prosegue il regista Iacomelli – “L’Attimo Fuggente” rappresenta ancora oggi una pietra miliare nell’esperienza di migliaia di persone in tutto il mondo.  Portare sulla scena la storia dei giovani studenti della Welton Academy e del loro incontro col il professor Keating, insegnate molto diverso dai soliti che cerca di insegnare ai ragazzi a cogliere l’attimo, significa dare nuova vita a questi legami, rinnovando quella esperienza in chi ha forte la memoria della pellicola cinematografica e facendola scoprire a quelle nuove generazioni che, forse, non hanno ancora visto questa storia raccontata sul grande schermo e ancora non sanno “che il potente spettacolo continua, e che tu puoi contribuire con un verso”.

La stagione di prosa (consultabile sul sito www.teatrodante.it), proseguirà venerdì 24 gennaio con “Odore di chiuso” , la produzione originale  del Teatrodante diretta da Andrea Bruno Savelli con la riduzione e adattamento di Angelo Savelli. Tratto dall’omonimo romanzo di Marco Malvaldi, il giallo di ambientazione ottocentesca racconta di Pellegrino Artusi,  esperto gastronomico che diventa un fenomenale investigatore grazie alla lettura di un eroe suo contemporaneo, Sherlock Holmes, entrando nel mondo di una nobiltà, in piena decadenza che però non ha nessuna intenzione di rinunciare ai propri privilegi.

Inizio degli spettacoli ore 21.00. Per ulteriori informazioni www.teatrodante.it.

La stagione 2019/2020 del Teatrodante Carlo Monni è sostenuta da Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Chiantibanca, Città Metropolitana di Firenze e Comune di Campi Bisenzio.

Ufficio Stampa Teatrodante Carlo Monni Sara Chiarello; Valentina Messina

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*