Ultime

Borgo S. Lorenzo (Fi): importante iniziativa, si diventa cittadini con “18 anni in Comune”

Pin It
 Attualmente l’ordinamento italiano non riconosce automaticamente la cittadinanza a chi nasce in Italia se i genitori non sono a loro volta cittadini. Vale a dire i ragazzi e le ragazze nati in Italia da genitori di origine straniera. Ma al compimento della maggiore età è previsto un iter per acquisirla. Si può richiederla e ottenerla, se si risiede nel territorio italiano per 18 anni consecutivi e si intende dichiarare tale volontà all’Ufficiale di Stato Civile prima del compimento del 19° anno di età. Dunque, con solo un anno di tempo per farlo.

Lo ricorda il Comune di Borgo San Lorenzo che ha aderito alla campagna promossa da Anci con Save the Children e Rete G2-Seconde Generazioni,  “18 anni in Comune”, con una lettera del sindaco Giovanni Bettarini che viene recapitata in questi giorni ai figli di cittadini stranieri nati in Italia 18 anni fa e residenti nel territorio borghigiano.

“Come Amministrazione comunale, crediamo molto nella sua partecipazione alla vita della città, da persona attiva e consapevole – sottolinea il sindaco Giovanni Bettarini -. Diventare cittadini italiani significa fare parte a pieno titolo del Paese in cui viviamo, accedendo ai diritti civili e politici, quali la partecipazione ai concorsi pubblici, il voto, la libertà di viaggiare”.

Per esercitare il diritto a diventare cittadini italiani, quindi acquisire la cittadinanza, le seconde generazioni, cioè i figli di cittadini stranieri nati e cresciuti in Italia, compiuti i diciotto anni hanno un anno di tempo, entro il compimento della maggiore età.

Con la lettera i ragazzi ricevono l’invito a recarsi presso l’ufficio Anagrafe per verificare i requisiti per un’eventuale cittadinanza italiana: “L’acquisizione della cittadinanza e con essa della completa titolarità di diritti e doveri – aggiunge il sindaco Giovanni Bettarini – costituisce un passaggio chiave nel percorso verso la piena integrazione. Ciò vale in particolare per i ragazzi nati e cresciuti in Italia, concittadini di fatto ma non di diritto”. 

Nell’ambito della campagna “18 anni in Comune” Anci ha realizzato un opuscolo rivolto ai neo diciottenni di origine straniera, con tutte le informazioni necessarie: come si diventa cittadini italiani e cosa significa il principio dello jus soli, quali diritti e quali doveri comporta la cittadinanza, a chi rivolgersi e quali documenti servono per fare domanda e le principali norme al riguardo. La versione in pdf è scaricabile dal sito del Comune www.comune.borgo-san-lorenzo.fi.it.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*