L’angolo della poesia: “Se” di Gigi Giussani

quaderno di poesie con fiori poggiati sopra

quaderno di poesie con fiori poggiati sopra

 

Ricominciamo gli appuntamenti con L’angolo della poesia in compagnia del nostro Gigi Giussani.
Per l’occasione abbiamo scelto una sua poesia che ci sembra adatta al clima di aspettative che l’inizio di un nuovo anno sempre si porta dietro.

 

– Se –

Se il giorno fosse riposante come la notte…

Se il pensiero negativo si potesse cancellare come gesso sulla lavagna…

Se il dito non indicasse solamente gli altrui difetti…

Se la parola sgarbata morisse annegata in fondo al mare educato…

Se la lingua non battesse solo sul dente che duole…

Se il sogno si facesse desiderio e il desiderio si realizzasse…

Se l’onestà, in questo tempo, fosse cosa comune nella comunità…

Se la condivisione, la solidarietà, l’aiuto non fossero solo parole in bocca ai potenti…

e… Se dalle stesse bocche potenti uscissero pensieri costruttivi come le mani logore dei lavoratori…

Se una fotografia bastasse a bloccare il dubbio amletico…

Se la logica, la scienza, l’intelligenza spiegassero il perché

del nostro vivere quotidiano… fatto di sfuggevole… leggerezza…

ma soprattutto…Se non ci fosse, davanti a tutto, questo maledetto Se…

 

 

3 thoughts on “L’angolo della poesia: “Se” di Gigi Giussani

  1. “Se non ci fosse, davanti a tutto, questo maledetto Se”
    come sempre Gigi ci sorprende con la sua delicatezza di poeta e la sua grande attenzione a ciò che succede intorno a noi nonché con la sua umanità che oltrepassa lo spazio-tempo e inonda il cuore di partecipata e amorevole vicinanza. Grazi, Gigi! Buon Anno a tutti.

  2. Ti ringrazio tanto, cara Lucia, per le belle e sentite parole che mi hai dedicato. Un abbraccio.
    Gigi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*