Pompu (OR): sabato la IV edizione del “Pompu Summer Fest”

di Marcella Onnis

Sabato prossimo, 3 agosto 2013, l’associazione culturale Jump, con il contributo del Comune e la collaborazione dell’associazione turistica Pro Loco, organizza a Pompu la IV edizione delPompu Summer Fest”.

Nato come evento musicale, il festival si è arricchito negli anni di nuovi contenuti: l’anno scorso gli organizzatori hanno affiancato al tradizionale “concertone” un incontro-dibattito sulla musica in Marmilla; quest’anno, invece, ci sarà spazio anche per la letteratura.

A dare avvio alla serata presso il campo sportivo comunale sarà, infatti, alle ore 22, lo spettacolo “Scrittori da palco dello scrittore (e autore televisivo) Flavio Soriga. Le sue parole si mescoleranno con quelle della scrittrice Lalla Careddu e con le note della chitarra di Pasquale Posadinu (cantante dei Primochef del cosmo).  E quale sarà il risultato? “Un’ora di racconti amplificati, storie al microfono, musica, parole, gorgheggi e ballate, un reading più o meno delirante sulla Sardegna, il mondo e il genere umano.”

La novità di quest’anno merita sicuramente di essere commentata per due motivi. Il primo è che l’associazione Jump, composta solo da giovani, si impegna ogni anno a rivitalizzare la manifestazione, non accontentandosi di riproporre il solito schema consolidato, che altrimenti risulterebbe sempre meno appetibile.  E riesce, inoltre, laddove altri falliscono: nell’innovare un evento senza snaturarlo. Tutto questo in tempi di vacche magre, soprattutto per chi organizza appuntamenti culturali, per di più in un piccolo paese dell’entroterra. Se poi aggiungiamo che anche quest’anno l’ingresso sarà libero e gratuito, rasentiamo quasi il miracolo.

Ma veniamo alla musica. Dopo Soriga, saliranno sul palco tre band: The Defiance, King Howl Quartet e Sikitikis.
I primi proporranno i brani alternative rock di From the ink of our skin, il loro primo EP uscito alla fine dello scorso anno; i King Howl Quartet, invece, intratterranno il pubblico con un mix di generi musicali: dal blues all’hardcore punk passando per il jazz e non solo.
Per i  Sikitikis la serata a Pompu sarà un’altra buona occasione per “sfoggiare” i brani de Le Belle Cose,  il loro nuovo  “disco-anti-disco”. Il perché di tale definizione l’ha spiegato Gianmarco “Jimi” Diana (basso e cori) nell’intervista rilasciata a Piera Tedde per Losthighways.it: «progetto “disco-anti-disco” nel senso che, a partire dall’inverno 2011 fino all’estate scorsa, abbiamo caricato sul nostro canale YouTube solo una canzone al mese (spesso con relativo videoclip), poi a novembre abbiamo reso l’album completo scaricabile gratuitamente da Rockit. E quel link rimarrà sulla rete nonostante l’uscita di un’edizione limitata in cd: un oggetto da collezione per veri feticisti.»
E dopo l’esibizione dei big della serata, gli amanti della notte potranno ancora intrattenersi con il DJ Set di Davide Merlini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.