Ultime

Vacanze a Vienna per un Capodanno coi fiocchi

Pin It

 

Se l’Austria in inverno è magica,  vacanza a Vienna per le feste di fine anno  può essere davvero indimenticabile. Concerti, balli in costume, cenoni di gala per celebrare il Capodanno fanno parte della tradizione di questa città. L’atmosfera frizzante è palpabile ovunque, il clima vivace e festoso è coinvolgente grazie anche alle tante decorazioni e agli addobbi che invadono strade e piazze della città.

Chi vuole attendere l’arrivo dell’anno nuovo in grande stile non si pentirà di avere pianificato un viaggio a Vienna, questa è proprio la città giusta per partecipare a veglioni dalle suggestioni ottocentesche, feste con balli in maschera o anche solo per fare il giro più disinvolto da un locale all’altro camminando per la città. Senza dimenticare che le ultime due sere dell’anno e il primo dell’anno nuovo, la capitale ospita uno dei più affascinanti appuntamenti con la musica: il concerto di capodanno dell’Orchestra Filarmonica di Vienna guidata ogni volta da un direttore d’orchestra diverso, ma sempre di fama internazionale.

Quest’anno toccherà a Riccardo Muti dirigere l’orchestra nell’esecuzione del tradizionale repertorio delle musiche di Strauss. Naturalmente i pochissimi biglietti ancora a disposizione per accomodarsi nelle poltrone dell’elegante Musikverein hanno prezzi stellari. Ma l’Orchestra ogni anno mette a disposizione 700 ingressi omaggio che vengono estratti a sorte tra chi ne fa richiesta sul sito.

E se non si ha fortuna, poco male. La mattina del primo dell’anno basta regalarsi un’abbondante colazione per smaltire i bagordi, un appuntamento di fine mattinata che qui chiamano Katerfrühstück, in uno dei locali affacciati sul Municipio, e intanto godersi il Concerto trasmesso in diretta sullo schermo gigante.

Mezzanotte a Vienna con i fuochi d’artificio al Prater

Il calendario viennese è davvero insuperabile quando si tratta di eventi per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Ecco perché andare a Vienna per Capodanno è un’ottima idea per rendere le vacanze invernali indimenticabili. Le attrattive offerte dalla città sono tante. Passeggiare per i viali della città è come catapultarsi nello sfarzo di un oltre un secolo fa.

Questa è la capitale con la tipica eleganza della vecchia Europa, la città dove hanno vissuto e lavorato grandi maestri della musica, da Mozart a Vivaldi, e dove lo sfarzo e il lusso dell’Impero degli Asburgo è ancora presente nei palazzi imponenti, nelle eleganti case d’epoca, nei teatri prestigiosi. Per sapere dove muoversi e dove andare a Capodanno a Vienna, basta seguire il Silvesterpfad, la festa itinerante per le vie del centro con eventi che cominciano già al pomeriggio del 31 dicembre con intrattenimenti per bambini e per i grandi: in piazza Graben per esempio ci sono le imperdibili lezioni di valzer offerte dalle scuole di ballo della città.
Quando si va in vacanza a Vienna per passare il capodanno, si può stare certi che non ci si annoia. Tutto il centro della città, la piazza del Municipio e il Prater sono le zone calde dove gustare le principali specialità gastronomiche della cucina viennese come:
• l’insuperabile Sachertorte, ancora più comoda se in versione da passeggio;
• i saporiti piatti di gulasch;
• una fetta calda di apfelstrudel.
Naturalmente tanta bontà va annaffiata con punch e birre artigianali, mentre si assiste ai numerosi spettacoli e concerti di musica pop, rock e dj set che proseguono anche per l’intera notte. Poco prima che scatti la mezzanotte però tutti corrono nella piazza del Municipio e al Prater per godersi lo spettacolo dei fuochi d’artificio che illuminano il cielo e Vienna con un esplosivo arcobaleno di colori.

5 cosa da vedere quando sei in vacanza a Vienna
Festeggiamenti di Capodanno a parte, conviene organizzare almeno un lungo weekend a Vienna perché in citta c’è davvero tantissimo da vedere. Le cose che vale la pena visitare non sono poche, a cominciare dai musei che sono addirittura più di cento. Naturalmente è impensabile e impossibile vederli tutti, però ci sono posti che non bisogna proprio lasciarsi scappare:
• una camminata o un giro sul tram per la Ringstrasse;
• il Museo di Belle Arti e il Museo di Storia Naturale, capolavori di architettura rinascimentale che custodiscono grandi tesori artistici e naturali;
• il Duomo di Santo Stefano e la terrazza panoramica alla quale si accede dopo avere salito 343 gradini;
• il castello di Schönbrunn, la famosa reggia degli Asburgo e dimora della Principessa Sissi;
• la scala di Strudlhofstiege, la più famosa e caratteristica della città, in stile Liberty viennese.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*