Ultime

Trapiantati della Prometeo Onlus in importanti gare il 9 maggio

Pin It

logo della Prometeo Aitf OnlusSabato 9 Maggio 2015, quasi per rispettare l’impegno preso dal Centro nazionale dei Trapianti, che organizza di concerto con il Ministero della Salute, le giornate dedicate alla promozione ed alla sensibilizzazione dei cittadini italiani sul tema della  donazione degli organi, diversi atleti sardi trapiantati della Prometeo sport,saranno impegnati in diverse gare sportive a voler dimostrare che il trapianto è vita.

Stefano Caredda cicloamatore trapiantato di fegato di 45 anni di Settimo S.Pietro, sarà impegnato in una gara di Endurance di Ciclismo di 12 ore (dalle ore  09 alle ore 21,00)  all’interno della gara del “Bike Festival Sardegna”, che si svolgerà nella zona di Is Molas a Pula. E’ la prima volta che un ciclista trapiantato si cimenta in una gara così lunga e dura ma gli allenamenti fatti fino ad oggi fanno sperare in un buon risultato.

Carlo Garbarino, calciatore trapiantato di fegato di 44 anni di Cagliari, con buoni trascorsi nel nostro calcio a livello regionale ed interregionale, sarà invece impegnato  con la Nazionale Italiana dei calciatori Trapiantati che disputa una partita di beneficienza a Monsumano Terme (PI) contro il Dopolavoro Ferrovieri di Firenze, con lo scopo di promuovere la donazione di sangue organi e tessuti.

La Rappresentativa Regionale di Calcio dei Trapiantati si ripresenterà a Girasole, dove disputerà con inizio alla ore 16 nel locale campo comunale,  un torneo triangolare organizzato dall’ACSI con il sostegno dell’Aido e Admo, che vedrà scendere in campo una Rappresentativa di Calcio Femminile dell’Ogliastra, e la squadra femminile  dell’ACF Atletico Oristano, sempre con lo scopo di promuovere la donazione e l’informazione sui trapianti.

A questa gara parteciperanno tre atleti della Prometeo Sport trapiantati di fegato,  Pino Faa, Lino Melis, e Paolo Perra, ed uno trapiantato di rene Enrico Pitzalis, che insieme a Carlo Garbarino quando non è impegnato con la Nazionale, costituiscono l’asse portante della formazione dei trapiantati sardi che scende in campo solo per dimostrare che il Trapianto è Vita e promuovere la donazione.

Come associazione di volontariato, Prometeo Aitf Onlus diamo tutto il nostro apporto a questo modo moderno di promozione della donazione ricordando sempre le parole del medico del Day Hospital dei Trapianti di fegato e pancreas del G.Brotzu, dr.Stefano Dedola, che la migliore terapia dopo gli immunosoppressori è quella della attività motoria e della pratica sportiva.

 

Per ulteriori informazioni:

Giuseppe Argiolas – Presidente Prometeo A.I.T.F. Onlus

cell. 329 3792449

 

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*