Ultime

Tempo di bilanci e di ferie per Il Mio Giornale e Il Granello di Sale

Pin It

un uomo imbianca la casa di accoglienza Il NidoCare lettrici e lettori,
è tempo di bilanci, come ogni anno in questo periodo. Abbiamo portato a termine quanto ci eravamo promessi? Abbiamo fatto abbastanza o potevamo fare di più e meglio? Quasi sempre è vera la seconda opzione. Noi de Il Granello di sale, associazione di promozione sociale che edita questo giornale, stavolta,però, vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno. Perché, nonostante le grandi difficoltà economiche con cui portiamo avanti le nostre attività, nel 2015 abbiamo comunque conseguito due risultati importanti: il restyling del sito del giornale (che non è ancora completato, ma contiamo di concludere entro dicembre) e l’apertura, prevista a giorni, di una nuova casa accoglienza per donne in difficoltà, che si chiamerà Il Nido. Questa casa prenderà il posto de L’Arcolaio – alloggio finora da noi gestito e prossimo alla chiusura – e riproporrà, in più larga scala, la formula di Casa Cristina, ossia la convivenza tra una donna anziana, una giovane madre single e il suo bambino. L’esperienza di questi anni ci ha, infatti, dimostrato – con nostra stessa sorpresa – che questo tipo di coabitazione non solo funziona, ma può addirittura rivelarsi benefica per le inquiline.

una donna imbianca la casa di accoglienza Il NidoIl Nido, dunque, accoglierà una madre sola con la sua bimba, provenienti da L’Arcolaio, una donna anziana – un’altra sorta di nonna adottiva, come quella di Casa Cristina – e una o due altre madri single, ciascuna con figlio minore a carico. Nel frattempo, continueremo anche ad assistere la donna accolta nella nostra Casa Paola. Inutile nascondervi che le spese di gestione di queste attività non potranno essere interamente coperte con le nostre attuali risorse e con il limitato supporto che le istituzioni locali dovrebbero accordarci, per questo vi invitiamo a sostenerci come potete: leggeteci, consigliateci, acquistate nostri spazi pubblicitari, diventate nostri soci, fateci piccole donazioni, (a tempo debito) donateci il vostro 5xmille o, almeno, parlate di noi e della nostra attività ai vostri amici e contatti!

Dal canto nostro, vi promettiamo che faremo quanto in nostro potere per onorare gli impegni presi. Al momento, però, abbiamo bisogno di ricaricare le energie, per cui da domani, 24 dicembre 2015, al 1° gennaio 2016 compreso chiuderemo il giornale per ferie.
Come sempre, speriamo di ritrovarvi qui al nostro ritorno. Nel frattempo, vi auguriamo che il Natale vi porti serenità e forza per continuare a sperare, sognare e lottare perché ciò che desiderate possa realizzarsi.

la casa di accoglienza Il nido durante i lavori per sistemarlaNoi continueremo a lavorare con sempre maggiore determinazione, perché sappiamo di non essere soli, poiché ci siete voi lettori e sostenitori, perché ci sono i collaboratori del giornale e i volontari delle case alloggio. Vogliamo ringraziare tutti e vorremmo farlo personalmente con ognuno di voi. Ma non è possibile, perciò ci limiteremo a ricordare gli aficionados, quelli che ormai sono divenuti quasi indispensabili: Ernesto Bodini, Lucia Bonanni, Gigi Giussani, Davide Lastraioli, Iacopo Nathan, Davide Marrazza, Giusto Moreno, Vivy Onnis, Lorenzo T., Emanuela Verderosa, Cristina Chiumento, Marisa D.G., Alberto, Benedetta, Carlo, Franco, Galyna, Lucilla, Marina, Nicla… e la lista potrebbe continuare. Grazie a tutti voi per la fiducia e l’entusiasmo che trasmettete nel vostro lavoro.

Il Granello di Sale e la redazione de Il Mio Giornale

 

Nelle foto: Daniela e Yari al lavoro nella nuova casa “Il Nido”

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*