Ultime

“Surf in Salento” sulla cresta dell’onda della destagionalizzazione turistica. Il leccese Carlo Morelli nuovo delegato regionale FISW

Pin It

Vivere il mare tutto l’anno, grazie allo sport e dell’aggregazione sociale. È questo, il principio su cui, sempre più insistentemente, si basa la macchina organizzativa turistica del Salento, desiderosa di ampliare la propria offerta ai suoi ospiti, nazionali e stranieri, non limitata solamente alla stagione estiva ma, piuttosto, proposta a 360°, secondo il principio della destagionalizzazione.
E fra le tante idee ed iniziative per riempire i mesi invernali con offerte interessanti ed altamente propositive, si fanno strada sempre più gli sport da tavola marini. Negi ultimi anni, infatti, anche grazie ad iniziative come “Surf in Salento”, si cerca di valorizzare e promuovere territorio e marine locali sfruttando le potenzialità dei due mari che circondano tutta la penisola salentina.
Nato nel 2012, Surf in Salento rappresenta un progetto di sviluppo al cui centro si pongono, appunto, gli sport da tavola marini come il surf da onda, il kitesurf, il windsurf, il paddle surf già molto praticati in estate, soprattutto sulle coste dell’adriatico soggette speso ai venti di tramontana, da residenti e turisti che soggiornano in hotel e  attrezzati villaggi turistici in Salento. Sulla scia del movimento che prese piede in California negli anni Sessanta, la comunità surfista salentina nel corso di questi anni ha incentrato la propria mission, rispettosa dell’ambiente e della cultura che circonda il Salento, anche e soprattutto per sviluppare un connubio fra sport e turismo.
Ed è proprio in quest’ottica che, come motto beneaugurante, Surf in Salento coniuga lo slogan #almaretuttolanno, anche grazie al suo fondatore, Carlo Morelli, promotore di questa importante iniziativa che ha come obiettivo l’aggregazione fra gli appassionati, i curiosi e tutti gli amanti delle culture surfistiche più profonde.
Morelli, leccese doc classe 1982, recentemente è stato nominato delegato regionale per la Puglia della FISW, Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard, il cui scopo è sviluppare, organizzare, regolamentare e propagandare le discipline di questi sport sul territorio nazionale. Su richiesta del Coni, ha accorpato la disciplina del surfing e di tutte le sue specialità in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.
Recentemente, il Presidente nazionale della FISW, Luciano Serafica, si è recato a Lecce per incontrare le istituzioni ed anche i presidenti delle associazioni dilettantistiche sportive affiliate alla federazione. L’Assessore allo Sport Paolo Foresio, a riguardo, ha spiegato che “bollono in pentola tante belle iniziative. Il rilancio delle marine leccesi passa anche dal fascino degli sport da tavola”, ribadendo ai vertici del movimento che l’amministrazione locale è senza dubbio vicina a questa interessante iniziativa.
Durante l’ultima edizione di BTM Puglia (Business Tourism Management), evento internazionale suddiviso in tre giornate tutte dedicate al turismo, svoltosi a Lecce dal 22 al 24 febbraio scorsi nel Convento degli Agostiniani, Carlo Morelli, nella doppia veste di promotore di surf in Salento e delegato Puglia della FISW, unitamente a Daniele De Nuzzo di Locals Crew Salento Asd ed Edoardo Bocca di Asd 3Oceani Sport Center, ha raccontato le proprie esperienze, parlando delle grandi opportunità che questi sport possono regalare al territorio e alle realtà ricettive.
Ha commentato Morelli “Il nostro sogno vuole essere contagioso, ma anche rispettoso dell’ambiente. Un sogno sostenibile insomma”. E c’è davvero da crederci perché, fra un’onda e l’altra, il Salento si apre ad ogni esperienza, per destagionalizzare il territorio attraverso il turismo sportivo, generando un mercato economicamente sostenibile, per sviluppare un importante indotto per l’economia locale e per la comunità sportiva.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*