Ultime

Su Pallosu adotta i mici randagi

Pin It

Quest’estate vi abbiamo fornito un quadro tanto impietoso quanto veritiero della marina del Sinis, in provincia di Oristano, ma Il mio giornale non conduce battaglie contro qualcuno o qualcosa e così come è pronto a denunciare brutti episodi, così segue con interesse i piccoli esempi virtuosi, a maggior ragione quando dietro questi ultimi vi è lo stesso soggetto che, per altre vicende, aveva “condannato”.

Ed è proprio dalla marina del Sinis, per la precisione da Su Pallosu, che oggi ci arriva una buona notizia: un gruppo di volontari ha adottato più di quaranta gatte senza padrone e, per prevenire il dilagare del pericoloso fenomeno del randagismo, si sta mobilitando per sterilizzarle. Non solo: il comune di San Vero Milis, alla cui marina appartiene Su Pallosu, si è impegnato a prendere in carico questi animali e a coprire le spese per assicurare loro alloggio, cibo e tutte le cure necessarie. Si tratta del primo Comune sardo ad attivarsi per fronteggiare il problema del randagismo felino: un primato che fa onore a quest’amministrazione, di norma più attenta ad accumulare denaro che non a tutelare l’ambiente.

L’iniziativa, peraltro, arriva al momento giusto per fare da contraltare alla proposta – raccapricciante anche per i non animalisti – lanciata circa due settimane fa dal consigliere regionale Gianfranco Bardanzellu (Pdl) di risolvere il problema dei numerosi cani randagi presenti ad Olbia incenerendoli.

Marcella Onnis

Pin It

1 Commento su Su Pallosu adotta i mici randagi

  1. I had got a desire to begin my own company, nevertheless I did not have enough amount of money to do that. Thank goodness my close mate said to take the business loans. Thence I took the small business loan and realized my dream.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*