Ultime

Spiagge: Bandiere Verdi 2016 Puglia e Toscana

Pin It

 

 

Spiaggia-Gallipoli

 

L’estate è ormai alle porte e tutti pensano già alla migliore destinazione per le vacanze: mare, montagna o viaggio culturale? Di solito, nelle famiglie, sono gli adulti a decidere la meta desiderata, ma è molto importante dare voce anche ai più piccoli. Infatti, molto spesso, i bambini hanno delle esigenze particolari. Nello specifico, quando si intende fare una vacanza con i bambini, bisogna mettersi nell’ottica di cercare un luogo che sia provvisto di spiagge tranquille, misure di sicurezza, ma soprattutto tanti giochi.

Sicuramente dovremmo prediligere le spiagge dove è possibile camminare per molti metri avendo sempre l’acqua alle ginocchia, in modo che il fatto di fare il bagno non debba costituire un pericolo per i più piccoli. Cosa possono fare i bambini sulla spiaggia? Oltre a fare castelli di sabbia e costruzioni, giocare a biglie e con il pallone, possono imparare ad entrare in contatto con l’acqua dei mari italiani. Anche quest’anno il pediatra milanese Italo Farnetani si è occupato di stilare la lista delle migliori spiagge italiane per i bambini, aggiungendone altre rispetto agli anni scorsi.

Le località che hanno conquistato la Bandiera Verde 2016 sono ben 134 e sono state selezionate da ogni regione italiana, da migliaia di pediatri,  attraverso un’indagine condotta valutando i principali fattori, i più significativi per la salute ed il divertimento dei bambini e degli adolescenti. Ad esempio, prendiamo 2 tra le regioni più importanti a livello turistico: Puglia, dove sono state selezionate ben 5 spiagge nel Salento: Gallipoli, Otranto, Porto Cesareo, Marina di Pescoluse e Melendugno e la Toscanadove in Versilia sono state selezionate località come Camaiore, Viareggio, Pietrasanta o Forte dei Marmi, ma la maggior parte delle spiagge più amate si trovano in Maremma, nella provincia di Grosseto. Ma andiamo per gradi.
Il Salento si conferma una scelta ideale per un turismo attento alle esigenze di tutti: non solo bellezze paesaggistiche e mare cristallino, ma anche divertimento, cultura e servizi per tutti i gusti e tutte le età.
Sul litorale ionico, molto più sabbioso, troviamo 3 delle località premiate: in primis Gallipoli, che si libera dallo stereotipo di meta turistica adatta esclusivamente ai giovani e alla movida, acquisendo il riconoscimento della bandiera verde per le sue distese di spiagge bianche e mare poco profondo, i lidi attrezzati con giochi e gonfiabili, oltre al borgo caratteristico e al lungomare ideale per le passeggiate serali con tutta la famiglia. Gallipoli offre anche lo storico Parco Acquatico Splash, l’unico in provincia di Lecce. Porto Cesareo, a nord di Gallipoli, con la sua area marina protetta, le spiagge di sabbia bianca e sottile e il fondale bassissimo per centinaia di metri è la meta perfetta per il turismo di famiglie con bambini, fatto di relax e natura.
Proseguendo verso S.M di Leuca troviamo Marina di Pescoluse, con le sue splendide spiagge esotiche, tra cui le famose Maldive del Salento, e il fondale basso, ideale per i bambini, che possono giocare e nuotare in tutta sicurezza. La zona offre un bel lungomare con giostre, locali e bancarelle dove poter trascorrere delle serate di relax e divertimento in riva al mare.Sul litorale adriatico invece, tendenzialmente più roccioso, le due località che hanno ottenuto il riconoscimento sono Otranto e Melendugno. Ad Otranto una tappa obbligata è certamente la bellissima Baia dei Turchi, un tratto di costa naturale, con pochilidi attrezzati, ma con una stupenda pineta, dove i piccoli possono giocare al fresco e riposare durante le ore più calde. Risalendo troviamo invece Melendugno, che tra le sue marine, una più caratteristica dell’altra, annovera le meravigliose spiagge di Torre dell’Orso e San Foca, sia libere che attrezzate, con servizi, parco giochi, attività ed eventi pensati per gli adulti e i più piccoli.

La Toscana offre due tipologie diverse di litorali, ma anche di ambienti: la Versilia è forse più adatta per adolescenti che desiderano divertirsi la sera alle numerose feste sulla spiaggia, oppure che amano stare giornate intere sulla spiaggia libera a giocare a pallone con i propri amici. Ma esistono anche molte strutture che consentono di non far annoiare anche i più piccoli, consentendo ai genitori di stare tranquilli per quanto riguarda la sicurezza. Nei bagni sono presenti quasi sempre delle zone adatte ai più piccoli e degli spazi per lasciare i loro giochi gonfiabili.
La Maremma non è da meno: propone una vasta scelta di spiagge, tutte a breve distanza l’una dall’altra. Si passa dalle spiagge sabbiose di Marina di Grosseto, completamente immersa in una pineta meravigliosa, agli scogli che circondano il paese di Castiglione della Pescaia. A differenza di Marina di Grosseto e Principina a Mare, Castiglione della Pescaia ha un vero e proprio paese da visitare con tanto di centro storico. Fino ad oggi, l’ex villaggio di pescatori è riuscito a mantenere intatti il suo centro storico, le spiagge pulite e anche le tradizioni dei pescatori. In questa zona, in particolare, spicca tra le altre Le Rocchette, una lunga spiaggia di sabbia situata lungo la spettacolare costa della Maremma Grossetana, a breve distanza dal famoso porto turistico e dal centro storico medievale di Castiglione della Pescaia. Durante i mesi estivi, molti bagni si animano di turisti e locali, riempiendo lettini e ombrelloni. Questa zona è particolarmente attrezzata ed offre una grande quantità di servizi di ristorazione, tra cui beach bar e ristoranti. Tra le altre attività per bambini, appena prima di entrare nel paese di Castiglione della Pescaia trovate una Riserva Naturale in cui è possibile fare delle escursioni o delle fotografie nei punti di avvistamento, ma anche soltanto rilassarsi facendo un pic-nic all’aperto. Qui è possibile seguire all’interno della cosiddetta Casa Rossa una presentazione della storia del luogo. Ma ai bambini sicuramente potrebbe piacere anche un giro in barca con una guida che spiegherà loro tutte le specie animali e vegetali presenti. La zona di Porto Ercole offre delle spiagge sabbiose molto estese ed in prevalenza libere, come quelle della Giannella e la Riserva Naturale della Feniglia, in cui troverete un’acqua cristallina dove potrete vedere alcune specie di pesci anche ad occhio nudo. Qui, oltre alla grande offerta per quanto riguarda le spiagge e il mare, è possibile, nelle vicinanze, fare delle escursioni nella natura nell’Oasi di Orbetello (WWF), fare un giro in barca nella laguna oppure visitare il paese di Orbetello, che testimonia la lunga presenza spagnola sul territorio, ricordata in numerose manifestazioni folkloristiche e rievocazioni storiche.
In questo modo, adulti e bambini si possono divertire insieme facendo un bagno nelle acque cristalline dei lidi maremmani, camminando sulla riva o prendendo il sole.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*