Ultime

L’angolo della poesia: “Sorda tragedia” di Luciano Palmieri

Pin It

L’autunno comincia a farsi annunciare e la malinconia che la fine dell’estate inevitabilmente ispira ci ha spinti a scegliere per oggi una poesia dai toni drammatici, come lascia intuire già il titolo: Sorda tragedia.

L’autore, Luciano Palmieri, è una nuova voce venuta ad aggiungersi a questo nostro Angolo. Luciano è nato ad Aversa (CE) il 10 giugno 1987, risiede a Teverola (CE) ed è uno studente di Filosofia.

Sorda tragedia

Cantami augello

La strana tua vita,

l’arcano  del volare,

l’armonia che dal petto meni.

Nasci piangendo,

ai tuoi genitori

chiedi cibo e protezione.

Poi presto fuggi in volo,

vibri nell’aria

dimentico del primo giaciglio,

benigna cosa.

Ma tutto ciò

È viver naturale e scarno,

trascinato e vano.

Vai a vermetti

Tra le verdure,

segui l’amore al tempo giusto,

crei famiglia e poi taci,

la tua vita tutto un fato.

Ahimè sento vicina

l’inutile esistenza,

ma io non volo,

cosciente solo

della sorda tragedia.

Foto di Michele Porcu

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*