Sicilia: A Bagheria finalmente rimossa l’auto da scenario degradante

Una decina di giorni fa ci siamo occupati del caso di un’auto abbandonata a Bagheria (Pa), una Ford Escort Blu lasciata durante una notte in via Domenico Gagliardo.

I residenti ci hanno segnalato il fatto perché dopo due anni dall’abbandono e anche dopo una raccolta di firme da parte degli abitanti della strada, la rimozione dell’auto non avveniva.

Per far luce sul fatto abbiamo indagato sulla situazione e ci siamo rivolti agli addetti ai lavori del Comune di Bagheria.

La prima persona a darci informazioni sulla situazione dell’auto è il Comandante dei Vigili Urbani: Maurizio Parisi.

“Purtroppo quello della Ford Escort di via Gagliardo – dice il comandante Parisi- non è un caso isolato. Per i cittadini è diventata ormai un’abitudine sbarazzarsi della propria auto in questo modo. Molti cittadini però non sanno che un’auto, anche se parcheggiata per tanto tempo in un posto, deve avere regolare contratto assicurativo (cosa che manca alle auto abbandonate) e deve essere in condizioni adeguate alla circolazione. Quello che i vigili urbani devono fare in primo luogo in questi casi è risalire al proprietario. Se si riesce a rintracciarlo, il proprietario subisce sanzioni amministrative, e inoltre, se l’auto viene ritenuta rifiuto speciale, scatta anche la denuncia penale. Ma spesso i proprietari non sono rintracciabili. I tempi per la rimozione di queste auto sono lunghi proprio per la quantità di auto molto elevata: in due anni nella zona ne sono state rimosse circa 270. Comunque, -continua Parisi- bisogna anche ricordare che il Comune di Bagheria, che conta circa 60.000 abitanti, ha a sua disposizione solo 33 vigili urbani, che devono occuparsi di tutti i loro compiti e la priorità non ce l’hanno certo le auto abbandonate.”

Nicola D’Amico, ispettore dei vigili urbani di Bagheria, poi, ci ha dato informazioni dettagliate sul caso della Ford Escort, che finalmente sembra avere un proprietario: Ferrigno Daniela trasferitasi a Misilmeri (Pa). La donna fino ad ora non è stata rintracciata, quindi l’unica cosa che rimane da fare è la rimozione dell’auto. “Purtroppo, -afferma D’Amico- il Comune da tre anni non ha la convenzione con il carro attrezzi, quindi in questi casi deve provvedere al pagamento del servizio. I tempi molto spesso si allungano proprio perché i costi sono elevati”.

Anche il Sindaco di Bagheria, Biagio Sciortino, è stato disponibile nei nostri confronti e ci ha assicurato che al più presto questa situazione vergognosa sarebbe stata risolta.

Ed è stato proprio grazie al suo intervento che oggi alle 15.00 è stata finalmente portata via quella catapecchia che ormai era quasi diventata un caso di Stato. Il carro attrezzi ha portato via sia l’auto in questione sia un’altra della zona in condizioni simili.

“Ci tenevo personalmente a risolvere questo problema –ci dice Biagio Sciortino- perché per me prima di tutto viene il bene di Bagheria e dei suoi cittadini. Ho fatto anche ripulire la strada dalla spazzatura vicino all’auto per far tornare pulita a tutti gli effetti via Gagliardo.”

Anche questa volta abbiamo dato voce a chi voce non ne aveva. I residenti della strada bagherese sono riusciti non solo a dar voce alle loro proteste ma anche a risolvere il loro problema. Speriamo però di non dover intervenire così spesso in casi del genere. Anche se le problematiche burocratiche ci sono, i cittadini e gli amministratori dovrebbero trovare un punto d’incontro per capire ognuno le motivazione dell’altro.

E  la riflessione scatta immediata: Se i cittadini vogliono che i loro amministratori li tutelino, devono essere loro stessi i primi a tutelare la loro dignità, non abbandonando le auto per strada rendendole, inoltre, dei contenitori per i rifiuti.

Giusy Chiello 

Nella Foto Biagio Sciortino sindaco di Bagheria

1 thought on “Sicilia: A Bagheria finalmente rimossa l’auto da scenario degradante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.