Ultime

Crasciana – Bagni di Lucca: sabato concerto d’organo con Enrico Barsanti

Pin It

CANTIERE DELLA MUSICA

I “Concerti d’organo in Val di Lima” proseguono a Crasciana

L’organista Enrico Barsanti si esibisce su un prestigioso organo Agati

Il concerto sabato 4 alle 21 – ingresso libero

 

Ancora una volta il ciclo “Concerti d’organo in Val di Lima” del Cantiere della Musica FLAM valorizza giovani musicisti. Il lucchese Enrico Barsanti, organista che si è esibito in rassegne nazionali ed internazionali, suonerà sabato 4 agosto alle 21 su un prestigioso organo Agati datato 1750. Il concerto è in programma nella chiesa di Crasciana (Bagni di Lucca). L’ingresso è libero. Durante la serata, fra le altre, saranno eseguite musiche di J.P. Sweelinck, A. de Cabezòn, A. Gabrieli, J.S. Bach, D. Zipoli e J. Stanley. Ci sarà spazio anche per una rarità musicale: una fuga di un anonimmo lucchese,il cui manoscritto del 1756 è custodito nella biblioteca del seminario di Lucca. Il ciclo “Concerti d’organo in Val di Lima” è organizzato da FLAM e dal Coro Cantores Lucenses, con la collaborazione della parrocchia di Bagni di Lucca e della Controneria.

Enrico Barsanti è nato a Barga nel 1981, ha iniziato lo studio dell’organo presso l’istituto musicale diocesano R. Baralli di Lucca sotto la guida di Giulia Biagetti e Alessandro Sandretti. Dopo un periodo di studi con Eliseo Sandretti, ha proseguito all’Istituto T. Mabellini di Pistoia con Antonio Galanti, sotto la cui guida si è diplomato presso il Conservatorio Statale G. Puccini di La Spezia (2009). Nel 2011 ha conseguito la licenza presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra in Roma. Si è esibito in diverse rassegne e festival nazionali e internazionali sia come solista che in Alternatim con la scola gregoriana Cantores Laucenses.

Il prossimo concerto della stagione è mercoledì 8 agosto. Alle 21, nella chiesa di parrocchiale di Pieve di Controne, si esibirà Eliseo Sandretti al clavicembalo. Tutte le informazioni sono su www.flamlucca.it.

 

La Federazione Lucchese delle Associazioni Musicali – FLAM

La Federazione Lucchese delle Associazioni Musicali, vivace protagonista del panorama culturale e musicale della provincia di Lucca fin dal 1998 sotto la precedente denominazione di Federazione delle Associazioni Musicali Lucchesi, ha realizzato nel corso degli anni prestigiose stagioni concertistiche quali il Festival di Musica Sacra del 1998, i Percorsi Musicali di un Millennio del 2000, la Stagione musicale della Città di Lucca 2001-2002, le stagioni Suoni di una Città. Si sono succedute serate di musica sinfonico-corale sacra, di musica operistica, sinfonica, da camera, concerti d’organo e spettacoli di musica antica con la partecipazione di artisti affermati e di giovani promesse. Sono state organizzate conferenze di presentazione e incontri con gli artisti. Il tutto con uno straordinario successo di pubblico e di critica.

Dal 2005 la Flam assegna un riconoscimento, simboleggiato da una Chiave di Violino in bronzo realizzata dal Maestro Pegonzi, ad una personalità cittadina che si è distinta per aver contribuito alla diffusione della cultura e della musica. Negli anni la Chiave è stato consegnata: nel 2005 ex aequo alla Provincia di Lucca, Fondazione CRL e Fondazione BML, nel 2006 al Maestro Giani Luporini, nel 2007 all’avvocato Giovanni Cattani, nel 2008 al Maestro Herbert Handt, nel 2009 alla memoria dell’ingegner Gian Carlo Giurlani e nel 2010 alla memoria di Monsignor Emilio Maggini.

 

Il Cantiere della Musica

Nel 2004 la Federazione ha ideato questo nuovo festival dal titolo “Il Cantiere della Musica – Viaggio musicale alla scoperta della provincia di Lucca”. Il progetto è particolarmente impegnativo e consistente: il comitato formato dai direttori artistici delle Associazioni aderenti ha elaborato un calendario vasto ed eterogeneo che soddisfi gusti diversi e si accosti a un pubblico multiforme cui è destinata una programmazione articolata su ventidue manifestazioni destinate all’intero territorio della Provincia di Lucca.

Musica da camera e lirica, opere da camera, musica orchestrale e drammi sacri, concerti d’organo, concerti jazz e dedicati ai giovani si succedono con l’intento di avvicinare a questo repertorio il numero più ampio possibile di persone, ma anche di valorizzare tanti luoghi ed edifici splendidi e di importante valore storico e artistico. I concerti d’organo, in particolare, sono realizzati su significativi organi storici della Lucchesia.

Promotrice principale del Festival, insieme alla Federazione delle Associazioni, è l’Amministrazione Provinciale di Lucca, che ha reso possibile la realizzazione di un’iniziativa così impegnativa e ambiziosa grazie anche alla collaborazione dei Comuni della Versilia, Alta Versilia, Piana di Lucca, Mediavalle, Garfagnana coinvolti, e al fondamentale supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca, che fin dall’inizio hanno aderito con entusiasmo al progetto.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*