Sabato a Cagliari parole e musica per presentare “E poi? … Chiara lo sa” di Giampietro Ibba

di Marcella Onnis

Sabato 11 maggio, alle ore 10, il gastroenterologo, “papà coraggio” e scrittore Giampietro Ibba presenterà il suo E poi? … Chiara lo sa a Cagliari, nella Sala conferenze dell’Ordine provinciale dei medici, in via dei Carroz n. 14.

Chi ha letto il libro o almeno ne conosce il contenuto sa che le parole dell’autore già di per sé sono in grado di catturare l’attenzione del pubblico e di “arrivare a destinazione”, ma certamente il commento di menti acute e sensibili può aiutare il suo messaggio a restare più impresso nei cuori di chi lo riceve. Per questo, Giampietro Ibba sarà affiancato per l’occasione dal direttore della sede regionale della Rai Romano Cannas e dal padre gesuita Enrico Deidda. A coordinare i lavori, con la sua preziosa e discreta presenza, sarà ancora una volta il giornalista di Videolina Paolo Matta.

Più che una semplice presentazione di un libro, però, quella di sabato sarà un piccolo spettacolo. Parteciperanno all’evento, infatti, anche tre giovani e talentuosi artisti: gli attori  Giacomo Casti e Marzia Faedda e il musicista Alessio Lasio, che per ricordare Chiara Ibba ha composto la bellissima Il mondo da quassù.                                                          

«[…] sono convinto che tutte le esperienze avverse che la vita ci presenta nascondano un lato “positivo” da cercare e prendere come riferimento e punto di partenza. Per ricominciare. Esiste. Inizialmente abbiamo difficoltà a individuarlo. Non sappiamo dov’è ma dobbiamo provare con ostinata pazienza e i tentativi daranno risposte. Spetta a noi trovare quella giusta.»

L’ingresso all’evento è libero, così come la partecipazione: perché, allora, non cercare nella Sala conferenze in via dei Carroz, o, per chi non potrà parteciparvi, in queste pagine la via che conduce alla risposta giusta? Sarà solo un inizio, ma come ha scritto Giampietro Ibba, «Una goccia d’acqua non può innaffiare un prato ma è sufficiente per un seme, gli dà la forza per germogliare.»

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*