Sabato 18, domenica 19 e lunedì 20 giugno 2022- Isola di Gorgona (Li)”Metamorfosi” II^ episodio del progetto “Il teatro del mare”

Metamorfosi

Ideato e diretto da Gianfranco Pedullà con Francesco Giorgi e Chiara Migliorini all’interno del progetto
Teatro in Carcere della Regione Toscana in collaborazione con la Casa di Reclusione di Gorgona

Spettacoli aperti al pubblico, tutte le info per partecipare
(richieste entro il 13 giugno)

Sabato 18, domenica 19 e lunedì 20 giugno, la Casa di Reclusione dell’Isola di Gorgona (Livorno) torna ad aprire le porte al pubblico per “Metamorfosi”, il nuovo spettacolo teatrale che vede protagonisti i detenuti/ attori della Casa di Reclusione e che segue il successo di “Ulisse o colori della mente”, vincitore del premio “ANCT 2020 Catarsi – Teatri della Diversità”.

Gli interessati devono inviare richiesta di prenotazione entro le ore 10 di lunedì 13 giugno all’indirizzo pubblico@tparte.it, indicando nome, cognome, luogo, data di nascita e allegando copia della carta d’identità. Partenza alle 8 di mattina dal porto di Livorno con il traghetto Superba, durata del viaggio 70 minuti, spettacolo alle ore 11, a seguire pranzo a buffet sulla terrazza dell’istituto.
Al pomeriggio incontro con gli artisti e possibilità di visitare l’isola. Ripartenza per Livorno alle ore 18. Costo indicativo in via di definizione 30 euro comprensivo di viaggio, spettacolo e pranzo a buffet.

“Metamorfosi” è il secondo episodio della trilogia “Il teatro del mare” ideata da Gianfranco Pedullà e realizzata artisticamente in collaborazione con Francesco Giorgi e Chiara Migliorini.

Anche “Metamorfosi” – dopo il primo episodio “Ulisse o colori della mente” – è un invito a riappropriarsi della dimensione simbolica della vita, ad uscire tutti dalle piccole prigioni del nostro quotidiano.
“Metamorfosi” è una proposta di cambiamento: un invito a tuffarci nei miti del Mediterraneo per ripensare al nostro presente e immaginare un avvenire migliore.
Partendo da alcuni spunti della straordinaria opera “Metamorfosi” – scritta da Ovidio oltre duemila anni fa – lo spettacolo ripercorre poeticamente e ironicamente i grandi miti di fondazione della nostra civiltà: dall’Età dell’oro all’età del Ferro; dal mito di Bahamut alle Arpie, dal Minotauro a Diogene che cerca l’uomo, dall’Araba Fenice ad Apollo e Dafne, da Teseo e Arianna per rivedere le grandi Costellazioni del cielo: fino a quando l’apparizione di un Cavallo marino non ci riporterà nel grembo della Grande Madre Terra.
“Metamorfosi” è uno spettacolo itinerante, un percorso in alcuni luoghi suggestivi dell’Isola di Gorgona carichi di uno straordinario potere evocativo.

Informazioni per il pubblico: Compagnia Teatro Popolare d’Arte – Tel. 055 8720058 – pubblico@tparte.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.