Ricette ebraiche: carciofi alla giudia

 

 

 

 

 

ingredienti per 4 persone

4 carciofi (rigorosamente mamme romane)
Olio extravergine di oliva abbondante
Sale

preparazione

Private i carciofi delle foglie più esterne, ma solo le più coriacee, lasciando le altre più interne e che togliereste se doveste ottenere dei cuori. Con un coltello affilato cominciate a tagliare il carciofo come per tornirlo a forma di una pigna, tenendo basse le foglie esterne, più dure, e man mano più alte quelle interne, più tenere.
Allargate il carciofo battendolo con la punta in giù su un tagliere in modo da dargli la forma di un fiore spampanato.
Tagliate il gambo e metteteli in friggitrice o in una padella a bordi alti con olio già caldo e con la punta in su. La quantità di olio deve essere tale da arrivare a bagnare i due terzi dei carciofi. Fate friggere a fuoco medio-basso per 15 minuti. Trascorsi questi alzate la fiamma, girate i carciofi a punta in giù e fate cuocere per 5 minuti. La giusta cottura è raggiunta quando i carciofi hanno l’aria più bruciacchiata che dorata: niente paura è un semplice fatto cromatico e i carciofi proprio quando sembrano colorati di un marrone troppo carico, specie nelle foglie più esterne, sono perfetti.

Fonte: Il giornale del cibo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.