L’angolo della poesia: “Ragazzi”di Lucia Bonanni

copertina di una antologia dedicata a pasolini

copertina di una antologia dedicata a pasoliniVi proponiamo oggi una splendida poesia di Lucia Bonanni ispirata a “Ragazzi di vita” di Pier Paolo Pasolini.
La poesia è stata inserita nell’antologia a lui dedicata “Pier Paolo Pasolini, il poeta civile delle borgate”.

 

Ragazzi

Stilnovisti vestiti da goliardi

sono i ragazzi

che si strusciano agli angoli

di strade poco illuminate.

Membrane di timpani scuciti

si fanno carezze come graffi

prima di trovare

la parola giusta da abbracciare

sotto il sole, giallo di catene.

Goffi nei pensieri, poveri nei gesti

non  appartengono

ai sogni di nessuno;

foglie sul sentiero

la mente annebbiano

con misture infarcite

di scheletriche speranze… e

a sera

per non svanire nel fluire eterno

con rigurgiti di idee

fanno declinazioni scomposte

dei casi della vita.

Ragazzi “di vita”.

Ali senza volo. Presenze sfigurate

sotto la pioggia battente

in un presente che non è bifronte.

3 thoughts on “L’angolo della poesia: “Ragazzi”di Lucia Bonanni

  1. Grazie alla Redazione per aver pubblicato questo componimento insieme alla cover dell’antologia.
    In questo nostro mondo così alla deriva,parlare di disagio giovanile é quanto mai attuale,visto che i giovani sono i primi a risentire del dissesto che investe la società. Vuoi perché la famiglia ha perso il proprio ruolo,vuoi perché gli adulti spesso gli adulti lasciano correre e non sanno più educare,vuoi perché la tecnologia influenza menti e cuori, chi ne fa le spese sono gli individui più deboli,i giovani, che hanno bisogno di una guida sicura e di sentirsi dire quei “no” che creano situazioni di crescita personale e responsabilità sociale. E quanto ci sarebbe ancora da dire!
    Una buona lettura.
    Ciao,Lucia

  2. L’educazione parte da chi ha desiderio d’imparare, anche attraverso i giovani, che vi sono limiti valicabili da una radicata volontà e un determinato sacrificio. Paradossalmente sono loro che danno agli adulti un esempio di predisposizione all’apprendimento, cosa che, per orgoglio, menefreghismo o adducendo giustificazioni ipocrite, risulta assai rara o quantomeno improbabile alle nostre generazioni. Faccio i miei complimenti a Lucia Bonanni per la finezza di linguaggio che le è propria e per il magnifico componimento, che, con frasi lapidarie, ha saputo entrare nel cuore della tematica Pasoliniana. Bravissima.

  3. Non so come poterti ringraziare,carissimo Gigi,per quanto scrivi circa l’apprendimento, che non é mai concluso, e riguardo ai giovani che ci sono sempre a cuore; grazie anche per quanto dici sulla mia scrittura, questo componimento é un po’ una mia spina nel fianco e per questo mi é più caro.Per alcuni Pasolini non é di facile comprensione, come lo sono altri autori “scomodi”. Ancora grazie a te e la nostra Marcella.
    Ciao,Lucia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.