Ultime

Quando un cane muore se ne va un pezzo di te

Pin It

 

 

 

bibo

Non credevo fosse possibile soffrire in questo modo. Non lo avevo mai provato. Un dolore lancinante, come mancasse una persona cara, un familiare. Come venisse a mancare un pezzo di te. Non l’avevo mai provato, perché non avevo mai avuto un cane. Dopo 7 anni con Bibo, il mio meraviglioso meticcio, mezzo spinone e mezzo “non so” adesso capisco. Capisco chi mi diceva: “si soffre un casino” quando ti lasciano.

So perfettamente che, rispetto a tutto quello che succede intorno a noi, ogni giorno:  le guerre con le sue atrocità, la fame, le malattie, il mare che falcia la vita di centinaia di donne, uomini e  bambini,  la morte di un cane possa apparire un fatto irrilevante e chi prova  dolore per questo una persona anacronistica e assurda.

Permettetemi di dissentire. Chi ha amato un cane e ne è stato amato capisce quello che voglio dire. Si vive un lutto. All’inizio non si accetta. Si cerca in casa il proprio amico. Si guarda la sua cuccia vuota. La sua ciotola. L’angolo dove “russicchiava”  tranquillo, aprendo un occhio, ogni tanto, per vedere se c’eri. Ricordi i suoi passettini leggeri, il suo odore, il suo muso e quel naso umido che ti si strofinava addosso quando rientravi. E il suo abbaiare di protesta per averlo lasciato a casa oppure perché ritardavi nel preparare la pappa. I peli dappertutto. Le camminate. Il primo incontro. L’amicizia cresciuta negli anni. E l’amore. Incondizionato e sbocciato al primo sguardo.

Si piange, sì, eccome. Perché non si è pronti, mai pronti, a lasciar andare un amico, perché non si riesce ad accettare che il suo viaggio su questa terra sia terminato. E’ successo anche al mio Bibo, forse avrei dovuto fare di più, era cardiopatico, forse le cure non sono bastate. Non lo so. Se n’è andato in una giornata di sole, ma io non c’ero. Quando sono rientrata lo avevano già seppellito. Meraviglioso cane! In tutti questi anni mi ha dato un amore immenso. E oggi sono qui a scrivere per condividere con voi questa sofferenza che non vuole passare. Bibo,  prima di incontrarmi, aveva rischiato di finire in canile, dopo vari maltrattamenti con i proprietari precedenti,  ma  grazie ad una volontaria, Giuditta, che lo aveva preso in carico, era venuto a vivere con me. Lo aveva ghermito un tumore della pelle, un mastocitoma estirpato grazie ad un’operazione, riuscita perfettamente ed eseguita da Fabio, il nostro veterinario di fiducia, ed era vissuto serenamente tutti questi anni. Ora è sotterrato in un bosco, perché lui amava i boschi e vi ha sempre scorrazzato felice.

Ciao, Bibo, amico mio , grazie per tutto l’amore che mi hai dato in questi anni.

Francesca Lippi

 

 

 

Pin It

7 Commenti su Quando un cane muore se ne va un pezzo di te

  1. Saluto anche io il povero caro Bibo e abbraccio voi!

  2. Lucia Bonanni // 24 Gennaio 2016 a 19:23 //

    so cosa vuol dire… si soffre molto!
    Un abbraccio affettuoso.
    ciao, Lucia

  3. Grazie, Marcy e grazie Lucia, condividere con voi mi fa stare meglio
    in questo momento così difficile.

  4. Vero e commovente.

  5. Quasi un anno fa è morta la mia principessa Jane.. È stato un dolore lancinante, ti capisco benissimo. Quindici anni di noi…ho passato mesi a piangere disperata, ad andare a trovare la mia veterinaria per trovare parole di conforto. E poi mi sono convinta a portarmi a casa Arturo..pian piano il dolore è diminuito. .con Jane nel cuore e Arturo tra i piedi. Perché Jane avrebbe voluto che qualcun’ altro anche avesse la sua stessa fortuna <3

  6. Ciao Francesca, ti capisco benissimo. Lo scorso 27 giugno la mia piccola felina mi ha lasciata nel giro di 2 ore. Pensavo di impazzire e per circa un mese quando tornavo a casa mi sentivo mancare il respiro. Ora è rimasto Pepè con me, un siamese di 12 anni e ogni giorno gli chiedo di non lasciarmi perchè ne morirei. Un abbraccio forte e sincero

  7. Oggi ci ha lasciato il nostro caro Tyson, mi mancheranno i suoi sguardi, le sue coccole, il suo modo di abbaiare, non ho mai sofferto per nessun cane così prima d’ora, guardo la sua cuccia vuota e già mi manca, mi aspettava sempre per uscire a fare le passeggiate.
    È come se se ne fosse andata via una parte di me e della mia famiglia, impossibile dimenticarlo giocherellone e buono…ciao Ty mi mancherai

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*