Quali club o calciatori si sono impegnati di più a contrastare il coronavirus?

Quali club o calciatori si sono impegnati di più a contrastare il coronavirus?

In questi tempi difficili è bello sapere che ci sono dei grandi club o dei singoli calciatori che si sono impegnati particolarmente per quanto riguarda un contrasto efficace contro il coronavirus grazie a delle generose donazioni.

Una delle regioni più coinvolte è sicuramente la Lombardia, che attraverso le sue squadre di calcio, ha dimostrato davvero tanta solidarietà. Solo per citarne alcune, basti pensare che l’Inter ha donato, ad esempio, ben 300.000 mascherine ad uso medico, che in questo momento sono davvero molto importanti per tutte quelle persone impegnate in un lavoro durissimo. Anche sul fronte rossonero si sono mossi con grande generosità i calciatori e i dirigenti, devolvendo un giorno del loro stipendio (stiamo parlando di cifre molto alte) a favore di una fondazione che sta raccogliendo fondi per contrastare questa terribile malattia.

In Lombardia, non solo calciatori e dirigenti, ma anche Ultras che sono storicamente grandi rivali, come quelli dell’Atalanta e del Brescia, si stanno adoperando per una raccolta fondi destinata agli ospedali e, una volta passato questo brutto periodo, si sta già parlando di organizzare una partita amichevole, magari con i più grandi campioni di entrambe le squadre, per poter destinare l’incasso sempre in beneficenza.

Nella capitale, la Roma ha raccolto fino a questo momento ben 50 mila euro, oltre alla già generosa offerta del suo presidente James Pallotta, sempre di 50 mila euro per sostenere l’ospedale Spallanzani di Roma. A sostenere una campagna benefica ci hanno pensato invece alcuni giocatori della Lazio, facendosi riprendere in video mentre palleggiano con una moltitudine di oggetti diversi, all’interno delle loro abitazioni, durante questo periodo di quarantena. Ad esaltare i cuori dei tifosi laziali, ma non solo, ci hanno pensato il bomber Ciro Immobile e altri compagni di squadra come Acerbi e Correa.

La Juventus sta dando una mano dal Piemonte con una donazione di 300.000 euro, fatta di comune accordo tra club e giocatori e grazie agli appelli social dei più grandi campioni di questa squadra si sono riusciti a recuperare altri 80 mila euro. Sulla sponda granata, Zaza, ha deciso di aiutare la sua regione, la Basilicata, ed è riuscito a raccogliere fino ad ora 37.000 euro da destinare ai vari ospedali, al fine di rafforzare i reparti di terapia intensiva, che in questo ultimo periodo sono messi davvero sotto pressione.

Altri grandi campioni del mondo del pallone come Lorenzo Insigne, Zlatan Ibrahimovic, Josip Ilicic, solo per citarne alcuni, ma la lista è fortunatamente per tutti davvero molto lunga, si sono adoperati ad affrontare questa crisi, donando svariate migliaia di euro. Una generosità senza pari davvero commovente. Sarebbe bello capire a quale cifra si riuscirà ad arrivare, dato che le donazioni sono in continuo movimento per vedere quale dei club della massima serie italiana o quali singoli calciatori saranno stati quelli più generosi, una volta che l’emergenza sarà finita e si potrà tornare tutti alla normale vita di sempre e, dato sperando che i campionati riprendano, riprendere a divertirsi con le app di scommesse online.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*