Pronti per la prova costume? Modelli da non imitare.

Pronti per la prova costume? Modelli da non imitare.

L’estate è arrivata ufficialmente. Sembrava proprio che quest’anno volesse aspettare la data canonica del solstizio per palesarsi, ma finalmente è qui, e finalmente possiamo scoprirci e offrirci al sole dopo tanti mesi. Già da qualche tempo i media propinano spot pubblicitari che ci ricordano la fatidica “prova costume”, tanto temuta dalle donne. Ci dicono come arrivarci sicure, perfette e belle, come eliminare i chili in più, “gli inestetismi della cellulite”, le fastidiose rotondità un tempo tanto care alla femminilità mediterranea. Certo uno spot non inneggia all’anoressia, ma prendendola un po’ alla larga il discorso ritorna inevitabilmente alle critiche contro quei modelli di femminilità, sponsorizzati dal mondo della moda e dello spettacolo, così lontani dalla realtà. Ha fatto discutere una affermazione di qualche tempo fa della celebre modella inglese Kate Moss che ha detto: «Non c’è nulla meglio che essere pelle e ossa». Un messaggio senza dubbio negativo, considerando anche il fatto che già milioni di giovani in tutto il mondo soffrono di disturbi di tipo alimentare e che il messaggio da far passare è sicuramente un altro. Non aiutano certo neppure i modelli di perfezione (quanto mai finta!) che appaiono in TV, ma ultimamente è emerso un altro dato allarmante. Su internet stanno diffondendosi moltissimi siti che danno consigli su come perdere peso, come racconta una ricerca di Rebecka Peebles della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, (http://www.jhsph.edu/publichealthnews/press_releases/2010/borzekowski_e-ana_websites.html), ma sono numerose purtroppo anche le richieste di consigli su come perdere peso, e talvolta anche molto più esplicitamente su come fare a vomitare, sui più diffusi forum in rete. Sono presenti su internet anche numerosi blog di ragazze che affidano le proprie sofferenze e i propri sfoghi al loro angolino on line. Il fenomeno rimane quindi di ampia portata, sempre spinoso e drammatico perché specchio di una società che, tra mille problemi, sta perdendo di vista i valori veri e seri e, di conseguenza, trovare le soluzioni è complicato e  problematico. Nel nostro piccolo, però, lasciamo che la prova costume ci colga anche un po’ impreparate, con i piccoli difetti che fanno tanto normalità.

Veronica Atzei

(nel riquadro, Kate Moss – foto Gossip e Lusso)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*