Ultime

Pillole da Pomigliano D’Arco (Na): I lettori raccontano, il 28 gennaio sciopero dei lavoratori della Fiat

Pin It
 
 
 
Gente fortunata vive nella sua ricchezza,celebrando nozze splendide…mentre gli operai della Fiat Auto respirano un’aria nervosa e piena di tensione e i dibattiti vanno avanti senza conclusioni soddisfacenti.Gente delusa dai rifiuti del Sindaco ad un incontro, non sa cosa fare…

Mia considerazione:eppure il Sindaco aveva promesso prima delle elezioni che sarebbe stato attento ad ogni singolo problema del cittadino

Si è visto,come è stato attento!…

Delusioni,inganni e menzogne vivono nell’aria,soffrirà solo il povero cittadino che a fine mese ha il volto pallido dalla sua situazione economica.

 La città di Pomigliano D’Arco è popolata da tanti abitanti,ha strade in condizioni più o meno buone,scuole vecchie di costruzione che andrebbero messo a nuovo con laboratori più ampi e ricchi e bla bla bla…

Bambini diversamente abili senza avere un sostegno materiale.Il perché lascerei ai lettori di valutare.

Così sono i meno fortunati!

Il comune non ha più denaro per pagare questi sostegni materiali.

Ma che scherziamo,il denaro dovrebbe uscire subito per loro!

 Non posso farcela con questo stipendio!

Pomigliano D’Arco è una città formata da numerose famiglie, i cui mariti, padri, fratelli lavorano alla Fiat.

Siamo consapevoli di questa situazione che va avanti da alcuni anni.Ancora oggi la gente non sa…

Si lavora pochi giorni al mese,anzi a volte neanche.

Disperati gli uomini di queste famiglie vanno in cerca di un lavoretto poiché non sanno come andare avanti.

La situazione è davvero critica,c’è gente che piange,che grida aiuto,ma tutti sono sordi,quelli in poltrona e quelli che sono responsabili della situazione,vivono la loro vita tranquilli.

Allarme presso i cancelli della Fiat Auto.

I lavoratori sono delusi da tutto il sistema sindacale,si trovano in profondo abbandono.

Essi gridano,affermando che sono esseri umani,no schiavi del loro “padrone”.

Si sentono le grida degli studenti e di tanta gente che dà calore agli operai.

Uniti ce la possiamo fare,riconquistiamo il Contratto Nazionale. Partecipiamo tutti allo sciopero e alla manifestazione regionale a Pomigliano D’Arco il 28 Gennaio 2011!”

-“Ecco,Pomigliano è anche questo,dobbiamo andare avanti”.

Enza Mazzocchi

 

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*