Ultime

Le periferie cittadine di Maglie (LE) e i vent’anni di opportunità perdute

Sabato 13 febbraio nuova operazione di guerrilla gardening proposta dall’Associazione ARCI-Biblioteca di Sarajevo per riscattare la periferia dallo stato di abbandono.

Pin It

logo ARCI-Biblioteca di SarajevoNella mattinata odierna alcuni nostri soci sono intervenuti nei pressi del pattinodromo in via Francesco Negro per liberare dalle erbacce alcune delle piante di macchia mediterranea messe lì a dimora con precedenti operazioni di guerrilla gardening, attività che continuerà nel prossimo fine settimana (13 Febbraio) sempre nella stessa area.

Durante l’iniziativa numerosi cittadini residenti nella zona lamentavano lo stato di abbandono in cui versa una struttura nata ormai da decenni e mai entrata in funzione.
La nostra Associazione è sempre intervenuta criticando duramente le scelte scellerate dell’amministrazione Chirilli prima e Fitto poi, entrambe di centrodestra, sulla gestione delle periferie. Negli ultimi vent’anni abbiamo visto nascere grazie a soldi pubblici campi di calcetto gestiti da privati, il pattinodromo mai entrato in funzione, un campo di minigolf in cui le erbacce la fanno da padrone tra le varie buche che non hanno mai visto una pallina o una mazza da golf, una pista di skate smontata e sostituita da una madonnina.

L’Associazione ARCI-Biblioteca di Sarajevo, da sempre attenta alla gestione del territorio, riprenderà nel corso del 2016 un’analisi degli interventi effettuati riproponendo alla Giunta Toma quelle semplici iniziative tese a migliorare la qualità della vita nelle periferie che le precedenti Giunte non hanno mai voluto accogliere.
L’attuale Sindaco sarà più disponibile alle reali esigenze dei giovani e di tutta la cittadinanza?

 

Fonte Arci – Biblioteca di Sarajevo

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*