Ultime

Oltre 12mila presenze per la 33esima edizione del Pistoia Blues

Pin It

Si è chiusa domenica, con la performance di John Hiatt, la 33esima edizione del Pistoia Blues 2012 che ha visto passare dalla splendida cornice di Piazza Duomo grandi interpreti internazionali e tanti nuovi talenti, tra cui molti musicisti della nostra città.

 

Dal 12 al 15 luglio il Festival ha vissuto giorni intensi di emozioni tra cui il grande ritorno di B.B.King. Il festival ha registrato, anche quest’anno, oltre 12.000 presenze ai concerti con le punte massime registrate giovedì 12 e venerdì 13.

 

A partire dall’anteprima del gruppo torinese dei Subsonica, che proprio sul palco di Pistoia ha festeggiato i 15 anni di attività, la città è entrata nell’atmosfera del festival. Venerdì 13 è stata la serata dedicata a B.B. King, l’icona del blues mondiale, che nonostante l’età ha incantato la platea con la sua Lucille  e il suo immutato carisma.

Sabato sera il pubblico ha avuto modo di entusiasmarsi per la performance del protagonista della serata:  Paolo Nutini, che, nonostante l’età, è entrato con grande naturalezza in sintonia con la storia e la magia di piazza del Duomo regalando un concerto di grande intensità e maturità artistica. L’ultima serata, in esclusiva nazionale, con Gov’t Mule e John Hiatt ha visto la partecipazione di un pubblico selezionato proveniente da tutta Italia per assistere a due set di notevole spessore artistico: i Gov’t Mule, una delle più interessanti jam/band al mondo hanno eseguito un set ricco di sfumature: bellissimo l’omaggio ai Pink Floyd con “One Of These Days”. Hiatt ha chiuso poi il festival con classe accompagnato dai The Combo: il cantautore americano ha dimostrato con canzoni come “Paper Thin” o “Down Around My Place” di meritare le undici nomination ai Grammy Awards avute nella sua carriera.

 

“Il Festival si è confermato uno tra gli appuntamenti più importanti dell’estate toscana e nazionale – afferma Giovanni Tafuro, responsabile artistico della manifestazione – Visto il periodo sicuramente non facile possiamo dire che il Pistoia Blues è tuttora garanzia di qualità e che il pubblico, tra diverse opzioni disponibili, continua a scegliere la cornice di Piazza Duomo ed un cartellone articolato e ricco di ottima musica. Importante è stato anche tenere i biglietti al riparo dai numerosi aumenti a livello nazionali”.

 

L’emittente nazionale Radio Rai Uno ha realizzato uno speciale dedicato al Festival che andrà in onda nei prossimi giorni all’interno del programma “Suoni D’estate”. In onda brani live in esclusiva di Subsonica, John Hiatt, Gary Mc Avoy, Piers Faccini e molti altri.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*