La ricca nuova stagione dei Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino

La ricca nuova stagione dei Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino

Bocelli, Elisa, Zero, Gatto, Hartmann, Mehta e i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino

 

gruppo di musicisti con strumenti in mano poggiati alla facciata di un palazzoAnche quest’anno AIDASTUDIO, sotto la direzione artistica di Lorenzo Fuoco, apre il sipario dell’estate musicale dei Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino con un ricco calendario di concerti che animeranno molte città e borghi della Toscana, dell’Emilia e dell’Umbria, siglando importanti collaborazioni e sinergie culturali con i maggiori Festival musicali e Orchestre nazionali ed internazionali.

Solisti e voci del panorama mondiale, classico e pop, si uniranno alla formazione fiorentina. Bocelli, Elisa, Renato Zero, i 2Cellos, Zubin Mehta, Lorenzo Gatto, Christoph Hartmann, solo per citarne alcuni.

 

Il primo appuntamento è fissato per Sabato 25 luglio pv per il Festival “Pietrasanta in Concerto”. Titolo della serata “Omaggio all’Italia”. Sotto la direzione di Michael Guttman, direttore musicale del Festival e direttore principale dell’Orchestra da Camera di Bruxelles, i Cameristi del Maggio Musicale fiorentino eseguiranno il Concerto per violino e orchestra n. 1 in Re M di Niccolò Paganini e la Sinfonia n. 4 in La M op. 90 “Italiana” di Felix Mendelssohn. Violino solista Lorenzo Gatto, giovane interprete belga di origine italiana, finalista del prestigioso Queen Elisabeth International Music Competition.

 

Domenica 26 luglio, alle ore 20.30, i Cameristi saranno diretti dal trombonista e bacchetta canadese Alain Trudel. Accompagneranno, nel concerto conclusivo all’Opera di Firenze, i solisti del Festival Internazionale “Italian Brass Week”: Barbara Butler, Charlie Geyer, Francisco “Pacho” Flores alle trombe; Luca Benucci e Han Xiao-Ming ai corni; Alain Trudel e Jörgen Van Rijen ai tromboni; Fletcher Mitchell all’euphonium e Steve Rosse alla tuba. Saranno proposte le più note pagine del repertorio per ottoni di A. Vivaldi, G. Torelli, W. A. Mozart e F. J. Strauss.

 

Sabato 1 agosto, alle 21.15, per il Festival di Torrechiara “Renata Tebaldi” (Parma), si esibiranno nel Cortile d’Onore del Castello di Torrrechiara e si uniranno a Christoph Hartmann, storico primo oboe solista dei Berliner Philarmoniker. Tutti impegnati in un programma esclusivamente mozartiano che prevede l’esecuzione del Concerto per Oboe e orchestra K314, dei Divertimenti K522 e K251, della Sinfonia n. 40 in Sol m K550, sotto la direzione di Carlo Piazza, direttore artistico del Festival.

 

Da Torrechiara a Lajatico (Pisa). I Cameristi, per il secondo anno consecutivo, tornano in Toscana, con il suo direttore principale, una delle più prestigiose bacchette mondiali, il M° Zubin Mehta, al Teatro del Silenzio. Due gli appuntamenti che li vedranno salire sul palcoscenico del Teatro ideato da Andrea Bocelli.

Domenica 2 agosto, per festeggiare il decimo anniversario del Teatro, si potrà gustare l’ultimo capolavoro pucciniano, Turandot, la principessa di ghiaccio nata dalla penna del drammaturgo veneziano Carlo Gozzi.

Martedì 4 agosto sarà la volta del genere pop. Zubin Mehta dirigerà la formazione fiorentina accompagnando le più note voci italiane del pop. Ad Andrea Bocelli si uniranno Elisa, Gianna Nannini, i 2Cellos, Renato Zero, solo per citarne alcuni.

 

Penultimo evento del calendario dei Cameristi, che in questo anno sono stati protagonisti di ben tre appuntamenti sinfonici del cartellone della stagione 2014-15 del Teatro dell’Opera di Firenze, sarà il concerto di Sabato 12 settembre, alle ore 17.30, per il Festival “Assisi nel Mondo”.

Il programma è interamente dedicato al melodramma italiano dell’800 e a quello della Giovane scuola italiana del ‘900. I tre tenori – David Sotgiu, Marco Rancinai ed Edoardo Milletti – renderanno omaggio alle celebrazioni per il centenario della Prima Guerra Mondiale, nel Museo delle Armi di Terni, con arie di G. Rossini, G. Donizetti, G. Verdi, G. Puccini e P. Mascagni. Dirigerà Domenico Pierini, spalla dell’omonima Orchestra fiorentina, nonché fondatore, nel 2007, di questo complesso, col quale ha, recentissimamente, inciso e pubblicato per la rivista Amadeus – Il mensile della grande musica (numero 307, giugno 2015), il cd contenente due dei capolavori per archi di Pëtr Il’ič Čajkovskij: Souvenir de Florence op. 70 e Serenata per archi op. 48.

 

Ultimo concerto della stagione estiva sarà quello di Venerdì 18 settembre, nell’ambito del Festival “Le X giornate” di Brescia, nel quale i Cameristi proporranno un programma interamente dedicato a W. A. Mozart.

Per informazioni www.aidastudio.it, segreteria@aidastudio.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*