Ultime

Nord Corea: 15 anni di lavori forzati a studente statunitense

Pin It

otoo2_2716113a Si chiama Otto Warmbier il giovane studente statunitense condannato poche settimane fa a 15 anni di lavori forzati in Nord Corea con l’accusa di atti ostili contro lo stato in seguito al suo arresto avvenuto a Gennaio. La sua colpa è stata quella di aver tentato di rubare un cartellone di propaganda dell’attuale dittatore situato all’interno di un hotel dove il ragazzo stava attualmente soggiornando con un gruppo di suoi coetanei in gita. Wambier però non è stato arrestato subito bensì poco tempo dopo, mentre stava per lasciare il paese con il suo gruppo.

Dopo il fatto l’ambasciatore di New York Bill Richardson ha subito tenuto un incontro con due diplomatici della Nord Corea per richiedere il rilascio del giovane ma senza successo e, alla fine, lo studente ha ricevuto la sua sentenza dalla corte suprema: 15 anni di lavori forzati nonostante Richardson avesse confermato sul New York Times che i Nord Coreani avrebbero concesso il rilascio di Otto.L’ambasciatore New Yorkese era già stato svariate volte in viaggi diplomatici in Nord Corea per chiedere il rilascio di prigionieri americani e ha affermato che molto spesso lo stato della Nord Corea utilizza questo escamotage per ricevere attenzioni e visite da alti membri politici degli USA. Attualmente sono detenuti altri 2 americani in Nord Corea, costretti ai lavori forzati e per questo il governo americano ha sconsigliato caldamente ai suoi cittadini viaggi nello stato coreano per l’alto rischio di essere arrestati.
Il ragazzo, disperato, non ha fatto che ripetere di aver commesso “il peggior errore della mia vita” e ha spiegato che era stato ingaggiato da un membro della “Chiesa Metodista dell’Amicizia Unita” in Wyoming, Ohio che gli aveva offerto una macchina usata da 10000 dollari se gli avesse portato il poster come “trofeo”.
Questa tipologia di propaganda politica è molto comune in Nord Corea e infatti possono essere avvistati “banner” di questo tipo un po’ ovunque per la città, nei luoghi pubblici, nei ristoranti, negli alberghi ecc. ed essi incitano i cittadini a lavorare duramente ed ad essere sempre fedeli al loro dittatore: Kim Jong-Un.

Lorenzo Toninelli
Fonte: http://www.thesun.co.uk/sol/homepage/news/7004473/North-Korea-sentences-American-student-21-to-FIFTEEN-years-hard-labour-for-trying-to-steal-a-propaganda-banner.html?CMP=spklr-_-Editorial-_-FBPAGE-_-TheSun-thesun-_-20160316-_-News-_-398177431-_-Imageandlink

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*